Targhe in memoria di Antonio Canova

Presso quello che fu lo studio del grande scultore Antonio Canova sono poste diverse targhe commemorative.


La prima di queste targhe, in lingua Latina, è stata posta nel 1822, quindi proprio nell'anno in cui lo scultore di Possagno morì.


La seconda targa commemorativa presso lo studio del Canova, è stata qui posta nel 1871, e la frase è un classico esempio del pomposo linguaggio celebrativo dei primi anni dell'Italia Unita: "Da questo studio la scultura usciva rinovellata per opera di Antonio Canova". In omaggio al grande scultore, la lapide è contornata da diversi frammenti di bassorilievi.


La terza targa è collocata sempre sullo stesso muro delle altre due, sotto al busto dello scultore, scolpito dallo scultore Ettore Ferrari su disegni dell'architetto Cesare Bazzani, e rappresenta una versione bronzea del celebre autoritratto del Canova. La particolarità di questa targa è dovuta all'anno: si legge infatti MMDCLXX, ovvero 2670. L'anno sarebbe infatti calcolato ab Urbe condita, ovvero dalla fondazione della Città di Roma, ed equivale al 1916. Questa scelta, secondo alcuni, è motivata dall'appertenenza dello scultore Ettore Ferrari alla Massoneria.



Nessun commento:

Posta un commento