Targa in memoria di Settimio Calò e della sua famiglia


La targa in questione si trova in Via del Portico d'Ottavia, nel Rione Sant'Angelo, nel Ghetto, e ricorda Settimio Calò, e la sua famiglia. Settimio Calò, che qui abitava, il giorno del rastrellamento del Ghetto di Roma, il 16 ottobre 1943, non si trovava in casa, ma quando vi tornò la sua intera famiglia - la moglie Clelia Frascati ed i suoi nove figli - era stata deportata dai Nazisti. Nessuno dei suoi familiari fece ritorno a casa.
La targa è stata qui posta dal Comune di Roma nel 2010.

Nessun commento:

Posta un commento