Tor Sanguigna


Tor Sanguigna si trova in Piazza Tor Sanguigna, nel Rione Ponte. Si tratta di una torre Medievale, costruita in laterizio e blocchi di tufo, risalente probabilmente all'XI Secolo, quando fu costruita dalla nobile famiglia dei Gemini. Sempre nel Medioevo passò alla famiglia dei Sanguigni, dinastia Romana molto potente, che in questa zona fece la propria roccaforte di cui questa torre è ciò che resta. Al pian terreno, sul lato verso Via Zanardelli, si intravedono ancora tracce di quello che con tutta probabilità era l'ingresso principale della fortezza.
La torre, divenuta di proprietà della famiglia Sanguigni, fu ben presto chiamata Tor Sanguigna.
I Sanguigni come detto erano una famiglia nobile molto importante a Roma: secondo alcune fonti vi appartenne anche Papa Leone VI, Pontefice per alcuni mesi nel 928.
I Sanguigni vi risiedettero almeno fino al XV Secolo, un periodo cruciale per la loro storia: nel 1406, infatti, Riccardo Sanguigni fu fatto decapitare da Paolo Orsini per aver sostenuto i loro rivali Colonna nella guerra di Re Ladislao di Napoli.
Un'altra ipotesi - oggi generalmente scartata - voleva che la torre dovesse il proprio nome al colore sanguigno dei mattoni.
Nel XIX Secolo, con i lavori che portarono alla realizzazione di Via Zanardelli, la torre è stata inglobata agli edifici limitrofi.

Nessun commento:

Posta un commento