Vicolo delle Palline


Vicolo delle Palline si trova nel Rione Borgo, compreso tra Via dei Corridori e Borgo Pio. L'origine di questa strada risale agli anni Sessanta del XVI Secolo quando Papa Pio IV De' Medici (1559-1565), in seguito alla Bolla Pontificia Erectionis civitatis Piae prope arcem Sancti Angeli del 5 Dicembre del 1565, ampliò l'abitato del Rione Borgo, tracciando la nuova arteria di Borgo Pio e diverse vie limitrofe.
Vicolo delle Palline nacque così come una delle diverse strade perpendicolari che collegano Borgo Pio a Borgo Sant'Angelo, passando sotto il Corridoio di Borgo.
Proprio sul Corridoio di Borgo sorge uno stemma di Papa Pio IV con le sfere medicee che ha dato il nome alla via di Vicolo delle Palle, poi divenuto Vicolo delle Palline forse per evitare l'omonimia con il Vicolo delle Palle che si trova nel Rione Ponte.
Al civico 24 di Vicolo delle Palline abitò l'architetto Domenico Fontana: secondo diverse fonti nella sua casa volle affrescare, in una stanza, un ricordo delle sue opere. La dimora dell'architetto è anche ricordata da una targa commemorativa.
Sulla strada è inoltre presente un'Edicola Sacra risalente al XVIII Secolo in cui è raffigurata l'immagine della Madonna della Seggiola, copia di quella di Raffaello Sanzio.
Nel 1943 il Governatorato di Roma decise di ampliare il Vicolo dei Corridori e trasformarlo in Via dei Corridori, ampliandolo di fatto anche a parte di Borgo Sant'Angelo. Vicolo delle Palline cambiò dunque i suoi confini in quelli attuali, tra Borgo Pio e Via dei Corridori.
Ancora oggi la strada ospita molti edifici risalenti al XVI ed al XVII Secolo, che la rendono piuttosto caratteristica.

Nessun commento:

Posta un commento