Monumento ad Anita Garibaldi


Il monumento ad Anita Garibaldi si trova in Piazzale Anita Garibaldi, nella parte del Rione Trastevere situata sul Gianicolo.
L'idea di realizzare un monumento in onore dell'eroina e moglie di Giuseppe Garibaldi, Anita Garibaldi (Morrinhos 1821 - Mandriole di Ravenna 1849) nacque nel 1907, in occasione del centenario della nascita di Garibaldi, quando fu affidato allo scultore Mario Rutelli di pensare una scultura da erigere in Piazza della Libertà, nel Rione Prati, in memoria dell'eroina.
Rutelli realizzò un bozzetto di Anita morente tra le braccia di Giuseppe Garibaldi, ma il progetto fu accantonato.
Con il Fascismo si decise di realizzare al Gianicolo, non lontano dalla statua equestre di Giuseppe Garibaldi, un monumento in memoria di Anita, che fosse raffigurata al tempo stesso come patriota e come madre.
La nuova opera fu affidata allo scultore Carlo Fontana, che volle raffigurare Anita Garibaldi al galoppo d'un cavallo con il figlio Menotti in braccio e la pistola in una mano.
L'opera venne inaugurata nel 1932, pochi giorni dopo che il corpo dell'eroina venne tumulato sotto il monumento.
Nel 1942, il piazzale dove si trova la statua fu dedicato ad Anita Garibaldi, la quale aveva perduto la piazza a lei intitolata lungo Via Giacinto Carini, nel quartiere Gianicolense.

Nessun commento:

Posta un commento