Zona Marcigliana

La Zona Marcigliana si trova nell'estremo nord del territorio comunale di Roma sulla riva sinistra del Tevere, fuori dal Grande Raccordo Anulare. Il nome deriva da un antico fundus di proprietà della famiglia dei Marcelli, e per questo detto Fundus Marcellianus, divenuto per corruzione Marcigliana.
Intorno all'VIII Secolo nella zona sorgeva l'antica città di Crustumerium.
Successivamente, la zona dunque un terreno agricolo fin dai tempi dell'Antica Roma successivi a Crustumerium, e ha conservato questa vocazione fino ai giorni nostri. Nel territorio restano anche visibili alcune fortificazioni risalenti al Medioevo, poste a difesa dei casali agricoli della zona.
Nel XX Secolo, venne costruito in questa zona un manicomio, in posizione volutamente isolata. La struttura successivamente divenne un orfanotrofio, un istituto geriatrico ed alla fine abbandonata.
Le uniche zone urbanizzate della Marcigliana sono l'area di Settebagni e quella di Cinquina, edificata intorno al 2000.
Oggi il territorio rimane in grande maggioranza adibito ad agricolo ed a riserva naturale.

Chiese:
Sant'Antonio da Padova
Chiesuola della Bufalotta
Cappella del Casale della Marcigliana

Siti Archeologici:
Crustumerium
Villa Romana della Tenuta di Belladonna

Torri:
Torre della Bufalotta
Torre della Marcigliana

Casali:
Casale della Marcigliana
Casale di Santa Colomba
Casale di San Silvestro (o Casale del Malpasso)
Casale di Settebagni
Casali della Tenuta di Fonte di Papa

Architetture Civili:
Ex Manicomio

Aree Naturali:
Riserva Naturale della Marcigliana

Fermate della Metropolitana:
Settebagni (FR1)

Nessun commento:

Posta un commento