Le delibere sulla Toponomastica di Roma

Qui un elenco sulle Delibere relative alla Toponomastica di Roma di cui su questo sito abbiamo parlato con articoli ad hoc. Le delibere sono ordinate per data dalla più antica alla più recente:

- 30 Novembre 1871
- 30 Dicembre 1872
- 1 Agosto 1873
- 26 Marzo 1881
- 17 Marzo 1884
- 8 Maggio 1885 (Sallustiano)
- 8 Maggio 1885 (Prati)
- 25 Maggio 1886
- 1 Luglio 1887
- 14 Gennaio 1901
- 4 Giugno 1904
- 11 Maggio 1906
- 13 Luglio 1914

1 commento:

  1. Salve e complimenti veramente per il sito.
    Volevo sapere perchè Roma sia ancora oggi suddivisa in diverse categorie toponomastiche. Perchè non si fa ciò che è stato fatto a Berlino, per esempio? Ovvero di far coincidere la città con i suoi limiti amministrativi (anche dove si trovano i parchi)?
    Perchè non eliminare le frazioni e i relativi cartelli di inizio e fine località? In questo modo si sposterebbero i cartelli indicanti inizio e fine località di ROMA lungo i limiti comunali, rendendo così omogeneo il territorio cittadino (il quale coinciderebbe con il territorio comunale).
    Ad esempio, se oggi mi trovo in quello che è ufficialmente denominato QUARTIERE di Ostia, la sensazione è invece quella di trovarsi in una città indipendente da Roma. Infatti, non a caso, Ostia appare in realtà essere una FRAZIONE visto la presenza di cartelli di inizio/fine località. Infatti come potrei mai dire "prendo il treno per Roma" se mi trovassi in un effettivo QUARTIERE della città? Quale pariolino direbbe mai "prendo il treno per Roma"?
    Ad Ostia si ha invece la sensazione di essere in una città indipendente da Roma proprio perchè il Comune non ha mai riorganizzato l'intero assetto territoriale includendo tutto ciò che si trova entro i limiti amministrativi dello stesso Comune all'interno dei CONFINI DELLA CITTA' DI ROMA.

    Grazie in anticipo.

    RispondiElimina

Info sulla Privacy