Giardino degli Ulivi


Il Giardino degli Ulivi si trova nel Quartiere Europa, meglio noto come EUR, tra Via dell'Antartide e Viale dell'Umanesimo, nascosto su un'altura situata proprio di fronte al Fungo. L'origine di questo particolare giardino risale al 1940, quando venne pensato dall'architetto Raffaele De Vico nell'ambito della costruzione del nuovo quartiere adibito ad ospitare l'Esposizione Universale del 1942.
L'idea di De Vico era quella di realizzare un giardino che fosse un luogo mistico, situato su una collina spoglia da cui si sarebbe potuto godere di una vista a perdita d'occhio verso l'Agro Romano.
La sua realizzazione venne tuttavia, come molti monumenti della zona, interrotta a causa dell'entrata dell'Italia nella Seconda Guerra Mondiale. Nel 1952 Virgilio Testa, a capo dell'ente EUR, chiese a De Vico di terminare l'opera in versione tuttavia ridotta. Oggi il giardino si presenta come un luogo austero e rustico fatto di rocce disposte in maniera circolare accompagnate da ulivi, al cui centro è presente una semplice croce metallica poggiata su una roccia. Quando esso venne realizzato, la collina ove sorge venne in parte lottizzata e vi vennero costruite intorno alcune ville.
Non è chiaro se il progetto originale vedesse la presenza anche di pioppi nella parte centrale del giardino, mentre è considerato abbastanza probabile che fossero presenti anche dei ruscelli.
Come pendent di questo giardino, ne fu realizzato, sempre da De Vico, un altro gemello dall'altro lato di Viale Umanesimo rispetto al PalaLottomatica, tra lo stesso Viale e Via degli Urali, che si presenta in forme molto simili.

Nessun commento:

Posta un commento