Sant'Andrea de Portogallo


Sant'Andrea de Portogallo era una Chiesa del Rione Monti situata dove oggi sorge Santa Maria della Neve, lungo Via del Colosseo. Questa zona era detta "ad Busta Gallica", perché qui nel 390 avanti Cristo vennero cremati i corpi dei soldati Galli (bustum vuol dire in Latino crematorio), e fu qui che Papa Innocenzo III Conti di Segni (1198-1216) realizzò un monastero dedicato a Sant'Andrea, che presto venne chiamato "de Portogallo" come corruzione di Ad Busta Gallica.
La Chiesa raggiunse una certa importanza in quegli anni, divenendo titolo presbiteriale, per poi essere ridimensionata e divenire un semplice beneficio del Titolo Cardinalizio di San Pietro in Vincoli.
Nel 1607 Papa Paolo V Borghese (1605-1621) concesse la Chiesa di Sant'Andrea de Portogallo all'Università dei Rigattieri. Furono proprio loro che, tra la fine del XVII e l'inizio del XVIII Secolo decisero di rifare radicalmente la Chiesa, cambiandone tra l'altro l'orientamento (in precedenza la facciata era su Via del Colosseo, mentre venne spostata all'incrocio con Via del Cardello).
La nuova Chiesa, opera probabilmente di Francesco Fontana ma attribuita da diversi storici dell'arte a Carlo Fontana o a Francesco Sardi.
Nel 1798, il nuovo edificio passò alla Confraternita del Santissimo Sacramento di Santo Stefano e Santa Maria della Neve, e per questa ragione ha preso il titolo di Santa Maria della Neve al Colosseo.

Nessun commento:

Posta un commento