Perché a Roma nevica raramente?

La neve è un fenomeno naturale molto frequente in molte aree del mondo, e l'Italia non fa eccezione, soprattutto il nord e l'arco alpino. Nonostante questo, Roma è un'eccezione, dal momento che nella Capitale nevica con molto poca frequenza ed è ancora più raro che le precipitazioni nevose attacchino sul terreno, rimanendo per più di un giorno.

La più recente nevicata a Roma è stata quella del Febbraio 2018, in cui la neve è scesa per alcune ore ed è rimasta per circa un giorno sul terreno di Roma. L'ultima prima di questa è stata quella del Febbraio 2012, ben sei anni prima. Se vogliamo risalire a una nevicata durata giorni e che ha portato a un accumulo di neve consistente dobbiamo tornare al 1986.

Ma come mai è così rara la neve a Roma? Intanto smentiamo una cosa: se nella Capitale nevica poco non è perché si trova troppo a Sud. Ci sono molte città d'Europa situate in posizioni più meridionali rispetto a Roma in cui la neve è più frequente.



Roma, come noto, si trova nell'Europa Sud-Occidentale, area del mondo caratterizzata da un clima mite a causa anche della corrente del Golfo, che - proveniente dal Golfo del Messico - provvede ad alzare le temperature dell'Atlantico settentrionale e del Mediterraneo, evitando che le temperature scendano eccessivamente in inverno e garantendo un clima caldo l'estate. Roma, inoltre, si trova sulla costa del Mar Tirreno, cosa che contribuisce ulteriormente a una temperatura alta.

Questo versante, infatti, risulta particolarmente protetto rispetto a quello adriatico dalle ondate di freddo provenienti dalla Russia, ben protetto dagli Appennini. Roma, nello specifico, è ben protetta da diverse alture situate a pochi chilometri di distanza, quali i Monti Lucretili, che contribuiscono a fermare ondate di gelo, mentre ad Ovest il Tirreno mitiga le basse temperature.

Altri siti che ne parlano:
La neve a Roma. Analisi di un fenomeno raro ma non impossibile - in Cemer

Nessun commento:

Posta un commento