Targa d'inciampo in memoria del film Un sacco bello



La targa in questione si trova in Via di Porta Settimiana, nel Rione Trastevere, e ricorda il film Un Sacco Bello, diretto dal regista Carlo Verdone girato tra gli altri in questo luogo. La targa è stata qui posta nel Febbraio 2015 nell'ambito del Festival Trastevere Rione del Cinema dal Piccolo Cinema America e dal Comune di Roma.

Mappa Baedeker del centro di Berlino (1910)

Clicca per ingrandire
Questa mappa di una guida Baedeker del 1910 mostra il centro di Berlino (Germania).

Mappa di Lisbona (1904)

Clicca per ingrandire
La mappa in questione mostra Lisbona (Portogallo) nel 1904.

Targa in memoria di Elvira Caruso


La targa in questione si trova nel cortile dell'ex convento di San Cosimato ed oggi dell'ospedale Nuovo Regina Margherita, in Via Emilio Morosini, nel Rione Trastevere, e ricorda Elvira Caruso, dal 2006 al 2015 direttore sanitario del Presidio Nuovo Regina Margherita.

Locali dove vedere le partite di Serie A a Roma

Il campionato di calcio 2018/2019 è iniziato, e a molte persone piace vedere le partite della Serie A in un locale, magari mangiando un piatto gustoso o bevendo una birra in compagnia. Quest'anno, con i diritti del campionato divisi tra Sky e DAZN, può essere apparentemente meno facile trovare il bar per vedere la partita che si sta cercando, ma niente paura, vi veniamo volentieri incontro con questo post. Per ulteriori informazioni, vi segnaliamo il servizio "Trovabar" di Sky (qui il link) per conoscere tutti i locali d'Italia dove vedere le partite di Serie A e tutti gli eventi Sky.

Come da tradizione, suddividiamo i locali per suddivisione toponomastica, ma anche per tipologia di locale, elencando prima quelli dove vedere la Serie A Sky e poi la Serie A DAZN.



N.B.: Questo post non è pubblicitario, ma puramente informativo e in continuo aggiornamento. Pertanto, ogni segnalazione da parte di utenti e titolari di attività circa locali attrezzati per vedere partite a Roma è benvenuta. Non essendo facile riuscire ad avere informazioni su tutti gli esercizi commerciali di Roma, eventuali lacune sono dovute esclusivamente alla vastità del lavoro e a questioni logistiche connesse, null'altro.

Rione Monti:
Doveralù (ristorante), Via Nazionale 215, SKY
Druid's (pub), Via di San Martino ai Monti 27, SKY e DAZN
Fiddler's Elbow (pub), Via dell'Olmata 43, SKY e DAZN
Finnegan's (pub), Via Leonina 55, SKY
The Public House (pub), Via delle Tre Cannelle 8 SKY
Shamrock Irish Pub (pub), Via del Colosseo 1c SKY

Rione Trevi:
Alle Muratte (ristorante), Via delle Muratte 97, SKY
Antico Caffè Castellino (bar), Via Cesare Battisti 135, SKY e DAZN
Nag's Head (pub), Via IV Novembre 138b, SKY
News Café (bar), Via della Stamperia 74, SKY
Il Nuovo Faro (ristorante), Via in Arcione 78, SKY

Rione Colonna:
La Botte Antica (ristorante), Via Sistina 133, SKY
Coso (ristorante), Via in Lucina 16, SKY
Eurobet (sala scommesse), Via della Mercede 53-54, SKY
La Focaccia (ristorante), Via della Vite 96, SKY
Giamaica Caffé (bar), Via del Tritone 54, SKY
Sugo d'Oro (ristorante), Via di Propaganda 22, SKY

Rione Campo Marzio:
Antica Enoteca (ristorante), Via della Croce 76B, SKY e DAZN
The Highlander Pub (pub), Vicolo di San Biagio 9 SKY e DAZN
Mignanelli 24 (ristorante), Piazza Mignanelli 24, SKY

Rione Ponte:
Jazz Caffè (ristorante), Via Giuseppe Zanardelli 10-12, SKY
O'Pazzariello (pizzeria), Via del Banco di Santo Spirito 19, SKY

Rione Parione:
Abbey Theatre Irish Pub (pub), Via del Governo Vecchio 51 SKY e DAZN
Baccanale (ristorante, locale), Via dei Baullari 25-27 SKY e DAZN
Bernini (ristorante), Piazza Navona 44, SKY
La Botticella (locale), Via di Tor Millina 32 SKY
Cuccagna Pub (pub), Via della Cuccagna 18 SKY
La Danesina (ristorante), Via del Governo Vecchio 125-127, SKY
I Giganti della Notte (locale), Campo de' Fiori 26, SKY
Insalata Ricca (ristorante), Largo dei Chiavari 85, SKY e DAZN
Navona Notte (ristorante), Via del Teatro Pace 44, SKY
Ristorante 433 (ristorante), Via del Governo Vecchio 123 SKY
Snaitech (sala scommesse), Via di Parione 5, SKY
La Taverna di Orusdir (pub), Via dei Cappellari 130, SKY e DAZN

Rione Regola:
The Drunken Ship (pub), Campo de' Fiori 20 SKY

Rione Pigna:
The Scholars Lounge (pub), Via del Plebiscito 101 SKY e DAZN

Rione Campitelli:
0,75 - Zerosettantacinque (locale), Via dei Cerchi 65, SKY
Alvaro al Circo Massimo (ristorante), Via dei Cerchi 53, SKY

Rione Sant'Angelo:
Gran Caffè Arenula (bar), Largo Arenula 14, SKY

Rione Ripa:
Bar dei Cerchi (bar), Via dei Cerchi 49, SKY

Rione Trastevere:
Baccanale Trastevere (pub), Via della Lungaretta 81, SKY e DAZN
Big Star (locale), Via Goffredo Mameli 25, SKY e DAZN
Ma che siete venuti a fa (pub), Via Benedetta 25, SKY
Osteria Scarci (ristorante), Piazza San Cosimato 42 SKY
Peppo al Cosimato (ristorante), Via Natale Del Grande 10, SKY

Rione Castro Pretorio:
Flann O'Brien (pub), Via Nazionale 17, SKY e DAZN
Grande Secolo (ristorante), Via Cavour 12, SKY

Rione Testaccio:
Maison Latina (ristorante), Via di Monte Testaccio 39, SKY
Snaitech Spa (sala scommesse), Via Giovanni Branca 32, SKY
Trentatré (ristorante), Via di Monte Testaccio 33, SKY

Rione Prati:
Risorgimento Interprise Pub (pub), Piazza del Risorgimento 16, SKY e DAZN

Quartiere Flaminio:
Kill moon Pub (pub), Via Giovanni Battista Tiepolo 22, SKY e DAZN

Quartiere Salario:
Bandana Republic Pub (pub), Via Alessandria 44, SKY

Quartiere Nomentano:
Pub 800 (pub), Piazza Pontida 4, SKY e DAZN
Seamus Heany Pub (pub), Viale delle Provincie 154 SKY e DAZN

Quartiere Tiburtino:
Luppolo 12 (pub), Via dei Marrucini 12, SKY

Quartiere Prenestino-Labicano:
Inside Pub (pub), Via Cairano 14, SKY
Paddy Pub (pub), Via Prenestina 174h, SKY

Quartiere Tuscolano:
Mrhyde Pub (pub), Via Vercelli 7, SKY
Pub Bquadro (pub), Via Cornelio Gallo 10, SKY
Il Ritrovo (ristorante), Via La Spezia 36, SKY e DAZN

Quartiere Appio-Latino:
Rock Side Pub (pub), Via Veio 54 SKY

Quartiere Gianicolense:
Mad for Beer Pub (pub), Via Federico Ozanam 62, SKY e DAZN

Quartiere Aurelio:
Hartigan's Pub (pub), Via Giovanni Tamassia 28, SKY e DAZN

Quartiere Della Vittoria:
Four Green Fields (pub), Via Costantino Morin 38-42 SKY e DAZN

Quartiere Trieste:
Excalibur Pub (pub), Piazza Vescovio 4 SKY
Jamboree Pub&Restaurant (pub), Via Tagliamento 73-75 SKY

Quartiere Prenestino-Centocelle:
Highlander Pub (pub), Viale della Primavera 213, SKY e DAZN

Quartiere Ponte Mammolo:
The Black Smith - Pub, pizzeria, ristorante (pub), Via Michelangelo Tilli 53a, SKY e DAZN

Quartiere Lido di Castel Fusano:
Il Clown Pub Srl (pub), Via Litoranea 22, SKY
Ristopub Rumors Hangout (pub), Via della Fusoliera 20, SKY

Suburbio Portuense:
Pub Osteria La Tana (pub), Via della Magliana Nuova 362, SKY

Zona Mezzocammino:
Cento e Uno (pub), Via Sarsina 101

Zona Casal Palocco:
O'Connel's Pub (pub), Piazza Eschilo 57a

Zona Fiumicino (comune di Fiumicino):
Zona Cesarini Pub (pub), Via Giorgio Giorgis 50a, SKY

Why Rome is called the Eternal City?


Throughout the world, Rome, Our city, when it is not called by its own name is called "the Eternal City". How come this? Let's find out why Rome is called the Eternal City.

Read this article in Italian 

This alternative name of Rome has been widespread for a very long time, entering into the common language so much to make the reason and origin of this name almost in the eyes of many. Also because for a city that, with the Emperors and the Popes, in Antiquity as in the Renaissance, for Art or for Politics, from the foundation to the present day has always been a protagonist, it is a nickname that fits perfectly with the history of the city.

 Often, who wants to know why Rome is called the Eternal City, can mistakenly think of a piece from the work of Marguerite Yourcenar, Memoirs of Hadrian. In this work, in which the French writer imagines a long epistle of Emperor Hadrian, through which he traces the period of Ancient Rome in which he himself led the Empire, in which at a certain point this sentence is pronounced: "Other Rome will come, and I can not imagine its face, but I will have helped to form it ... Rome will live, Rome will only perish with the last city of men".

The phrase, however evocative and for how much it touches the hand on the eternity of Rome, is not the reason that explains why Rome is called the Eternal City. The novel of Yourcenar, in fact, dates back to 1951, when for centuries the definition of the Eternal City for Rome was in use.

Roman poet Tibullo in a paint by Lawrence Alma-Tadema

But then, why is Rome called the Eternal City? The first author to speak of Rome in these terms has lived many centuries earlier than the Yourcenar. This is Albio Tibullo, an elegiac Latin poet who lived between 54 and 19 before Christ.

In his II Book of elegies, in the V the poet writes the following verses: "Romulus Aeternae nondum formaverat Urbis moenia", translatable into Italian as "Neither had Romulus erected the walls of the Eternal Urbe". This is currently the oldest testimony of Rome defined as the eternal city, and is therefore probably the phrase we are looking for if we want to know why Rome is called the Eternal City.

Perché Roma è stata scelta come capitale d'Italia?



Ci sono delle cose che si conoscono fin da quando si è piccoli e neanche ci si chiede più la loro ragione, ma nonostante questo ci sembra giusto rispondere anche a queste domande, come ad esempio: perché Roma è stata scelta come capitale d'Italia?

Inutile raccontare come Roma sia senza dubbio la città con più storia dell'intero Paese (e in Italia non sono poche le città a poter vantare una storia millenaria ricca di successi, di cultura e di molto altro), in grado di fondare uno dei più grandi e potenti imperi di sempre, centro della religione Cattolica e sede del Papa (per quanto la sua sede sia in uno stato differente, la Città del Vaticano, all'interno di Roma), nonché città d'arte di primissimo piano su scala mondiale.

Una serie di argomentazioni che non rendono tuttavia scontata la scelta di Roma come capitale, come diversi esempi all'estero dimostrano: gli Stati Uniti, ad esempio, decisero di fondare nel 1790 una città ad hoc, Washington, per diventarne capitale, mentre la Germania, riunificatasi nello stesso periodo dell'Italia e in circostanze simili sotto molti aspetti, scelse come capitale Berlino in quanto capitale della Prussia, stato che più di tutti fu promotore dell'unificazione tedesca.

L'Italia, come sappiamo, fu unificata nel XIX secolo grazie all'impulso del Regno di Sardegna che conquistò e annesse a sé diversi territori e dei volontari, in primis garibaldini, che organizzarono spedizioni e rivolte in giro per la penisola. Da un lato poteva essere Torino, perciò, la capitale d'Italia, in quanto capitale del Regno di Sardegna, e così fu inizialmente.

Il 17 Marzo 1861, infatti, il Regno di Sardegna cessò di esistere e nacque il nuovo Regno d'Italia, che controllava non solo i vecchi territori del regno sabaudo ma anche quelli conquistati con la Seconda Guerra d'Indipendenza e la spedizione dei Mille di Giuseppe Garibaldi, territori tra i quali non figurava però Roma, ancora parte dello Stato Pontificio. Per questa ragione, la prima capitale d'Italia fu Torino, già capitale del Regno di Sardegna, ma l'intento futuro fu ben presto messo in chiaro con un apposita votazione che proclamò Roma capitale morale dell'Italia.



Roma, infatti, in tutto il periodo risorgimentale era stata vista dai principali esponenti di questo movimento che voleva fare dell'Italia un unico stato, la naturale capitale di questo nuovo Paese, dal momento che lo avrebbe messo in diretta successione con le glorie dell'Antico Impero Romano.

Tuttavia, non sembrava vicina nel 1861 la possibilità di trasferire veramente a Roma la capitale. Lo Stato Pontificio godeva della protezione della Francia di Napoleone III e nel 1864, con la Convenzione di Settembre, lo stato italiano si impegnò a non cercare di occupare Roma, sottoscrivendo un apposito trattato con Napoleone III. Per questa ragione, l'anno successivo la capitale d'Italia venne trasferita a Firenze, con un gesto dal doppio significato: da un lato chiariva la volontà di voler fare di Roma la capitale d'Italia, spostando tale sede geograficamente verso di essa, ma dall'altro lasciava intendere di sapere che l'annessione di Roma al Regno d'Italia non sarebbe stata probabilmente una cosa rapida. Infatti, non fu un passaggio solo simbolico il trasferimento della capitale a Firenze, che nelle aspettative dell'epoca non sembrava dover essere un fatto particolarmente provvisorio: venne infatti incaricato l'architetto Giuseppe Poggi di fare un grande piano per il risanamento della città, il cosiddetto "Piano Poggi", per renderla in grado di soddisfare le nuove esigenze di Firenze.

Nel 1870, tuttavia, la Francia fu messa alle corde nella guerra Franco-Prussiana e Napoleone III fu costretto a richiamare le proprie truppe da Roma: il Regno d'Italia colse questa opportunità e il 20 Settembre 1870 entrò in città, annettendo così Roma al Regno d'Italia e proclamandola come propria capitale l'anno successivo, il 21 Gennaio 1871.

Subdivision of Rome



English page for the subdivision of Rome. The Italian original page is here.

Rioni

I. Monti
II. Trevi
III. Colonna
IV. Campo Marzio
V. Ponte
VI. Parione
VII. Regola
VIII. Sant'Eustachio
IX. Pigna
X. Campitelli
XI. Sant'Angelo
XII. Ripa
XIII. Trastevere
XIV. Borgo
XV. Esquilino
XVI. Ludovisi
XVII. Sallustiano
XVIII. Castro Pretorio
XIX. Celio
XX. Testaccio
XXI. San Saba
XXII. Prati

Boroughs ("Quartieri")

I. Flaminio
II. Parioli
III. Pinciano
IV. Salario
V. Nomentano
VI. Tiburtino
VII. Prenestino-Labicano
VIII. Tuscolano
IX. Appio-Latino
X. Ostiense
XI. Portuense
XII. Gianicolense
XIII. Aurelio
XIV. Trionfale
XV. Della Vittoria
XVI. Monte Sacro
XVII. Trieste
XVIII. Tor di Quinto
XIX. Prenestino-Centocelle
XX. Ardeatino
XXI. Pietralata
XXII. Collatino
XXIII. Alessandrino
XXIV. Don Bosco
XXV. Appio-Claudio
XXVI. Appio-Pignatelli
XXVII. Primavalle
XXVIII. Monte Sacro Alto
XXIX. Ponte Mammolo
XXX. San Basilio
XXXI. Giuliano-Dalmata
XXXII. Europa
XXXIII. Lido di Ostia Ponente
XXXIV. Lido di Ostia Levante
XXXV. Lido di Castel Fusano

Suburbs ("Suburbi")

I. Tor di Quinto
VII. Portuense
VIII. Gianicolense
IX. Aurelio
X. Trionfale
XI. Della Vittoria

Zones ("Zone")

I. Val Melaina
II. Castel Giubileo
III. Marcigliana
IV. Casal Boccone
V. Tor San Giovanni
VI. Settecamini
VII. Tor Cervara
VIII. Tor Sapienza
IX. Acqua Vergine
X. Lunghezza
XI. San Vittorino
XII. Torre Spaccata
XIII. Torre Angela
XIV. Borghesiana
XV. Torre Maura
XVI. Torrenova
XVII. Torre Gaia
XVIII. Capannelle
XIX. Casal Morena
XX. Aereoporto di Ciampino
XXI. Torricola
XXII. Cecchignola
XXIII. Castel di Leva
XXIV. Fonte Ostiense
XXV. Vallerano
XXVI. Castel di Decima
XXVII. Torrino
XXVIII. Tor de' Cenci
XXIX. Castel Porziano
XXX. Castel Fusano
XXXI. Mezzocammino
XXXII. Acilia Nord
XXXIII. Acilia Sud
XXXIV. Casal Palocco
XXXV. Ostia Antica
XXXVI. Isola Sacra (Comune di Fiumicino)
XXXVII. Fiumicino (Comune di Fiumicino)
XXXVIII. Fregene (Comune di Fiumicino)
XXXIX. Tor di Valle
XL. Magliana Vecchia
XLI. Ponte Galeria
XLII. Maccarese Sud (Comune di Fiumicino)
XLIII. Maccarese Nord
XLIV. La Pisana
XLV. Castel di Guido
XLVI. Torrimpietra (Comune di Fiumicino)
XLVII. Palidoro (Comune di Fiumicino)
XLVIII. Casalotti
XLIX. Santa Maria di Galeria
L. Ottavia
LI. La Storta
LII. Cesano
LIII. Tomba di Nerone
LIV. La Giustiniana
LV. Isola Farnese
LVI. Grottarossa
LVII. Labaro
LVIII. Prima Porta
LIX. Polline Martignano

Zone, aree urbanistiche e toponimi nel Quartiere Aurelio

A seguire un elenco di zone, aree urbanistiche, località e toponimi presenti all'interno del Quartiere Aurelio:

Borghetto dei Fornaciari

Palazzine del Quartiere Della Vittoria

Palazzina San Maurizio, in Via Romeo Romei

Palazzine di Roma

Palazzine del Quartiere Flaminio
Palazzine del Quartiere Della Vittoria
Palazzine del Quartiere Europa

Siti archeologici del Rione Campo Marzio

A seguire una lista dei siti archeologici presenti nel Rione Campo Marzio, elencati in ordine alfabetico.

Sarcofago di Piazza in Campo Marzio, in Piazza in Campo Marzio

Villini di Frascati

Villino Gabrielli (scomparso)

Frascati

Fontane a Frascati
Targhe commemorative a Frascati
Villini di Frascati

Targa in memoria di Alice Galli e di tutte le vittime della strada


La targa in questione si trova in Piazzale Metronio, nel Quartiere Appio-Latino, e ricorda Alice Galli (2001-2017), ragazza morta nella vicina Via dell'Amba Aradam travolta da un'auto mentre attraversava sulle strisce pedonali. Insieme a lei sono ricordate tutte le vittime della strada.

Ferragosto 2018 a Roma

Per tutti i Romani e non che saranno a Roma per Ferragosto 2018, ecco un po' di cose che si potranno fare nella Capitale il 15 Agosto 2018. Chiariamo subito: questo post non è sponsorizzato da alcuna attività commerciale, e proprio per questo qualsiasi segnalazione su altri luoghi o attività da visitare o svolgere per Ferragosto da parte di utenti o di titolari delle stesse sarà ben accetto!

Arene estive e proiezioni speciali:
- Arena Garbatella, Piazza Benedetto Brin, proiezione di "Contromano" alle ore 21 (intero 6€, ridotto 5€)
- Casa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni, proiezione di "Questione di cuore", alle ore 21 (gratis)
- Villa Lazzaroni, Via Appia Nuova 522, proiezione di "Oltre la Notte", alle ore 21 (5€)



Feste:
- Festa della Taranta, Via della Torre Clementina, Fiumicino, alle ore 21. Suonerà il gruppo di musica popolare "Le Tarantole" (gratis)



Mostre:
- Canaletto, 1697-1768, al Museo di Roma, in Piazza San Pantaleo (gratis)
- Josef Sudek: Topografia delle macerie. Praga 1945, al Museo di Roma in Trastevere, Piazza Sant'Egidio (6€)

Parchi divertimenti:
- Cinecittà World, in Via di Castel Romano, propone la festa estiva "Ciak, motore...splash!" (intero 24€, ridotto 19€)

Ristoranti:
- Chinappi, Via Augusto Valenziani 19
- Il Panda, Via Nomentana 1070
In Provincia:
- Blanco Restaurant & Sushi, Via Spiaggia del Lago 7, Castel Gandolfo
- Lo scoiattolo, Via Tuscolana km 31,800, Rocca Priora



Spettacoli ed eventi:
- Antonio Giuliani a Fiumicino, Via della Torre Clementina, Fiumicino, alle ore 21 (gratis)
- FerragOstia Antica, Piazza della Rocca, spettacoli ed eventi in piazza (gratis)
- Lungo il Tevere 2018, banchina del Tevere, stand, eventi, spettacoli e locali (gratis)
- Welcome to Rome, ex Cinema Augustus, Corso Vittorio Emanuele II 203, (12 €)


Pianta di Roma di Antonio Nibby (1839)


Questa mappa di Roma, opera del celebre storico e studioso di cose Romane Antonio Nibby, risale al 1839.

Mappa delle suddivisioni di Roma del 1930



Questa mappa del 1930 mostra i Rioni e i Quartieri di Roma secondo i confini vigenti quell'anno. Si possono notare tra i quartieri diverse differenze, dovuti al fatto che la maggioranza di quelli attualmente esistenti non erano ancora stati istituiti, così come alcuni di essi avevano nomi differenti (Pinciano si chiamava Vittorio Emanuele III, Della Vittoria Milvio e Trieste Savoia).

Villino Villegas Tavazzi



Il villino Villegas Tavazzi fu il primo edificio ad essere costruito su Viale dei Parioli, al n.11, nel Quartiere Pinciano, era un interessante esempio di eclettismo esotizzante fin de siècle, abbastanza inusuale a Roma, fu barbaramente demolito negli anni Sessanta.
Il viale appena costruito doveva essere come il fiorentino Viale dei Colli, affiancato da villini della ricca borghesia cittadina.
Nel 1887 il pittore sivigliano José Villegas Cordero decise di costruire un villino, che funzionasse da residenza e studio, in stile moresco immerso nella natura selvaggia e incontaminata dei Parioli.
Il progetto fu curato dallo stesso Villegas in collaborazione con l'architetto palermitano Ernesto Basile.
Nell'agosto 1887 fu approvato il progetto e iniziarono presto i lavori che terminarono nel 1890.

Il villino Villegas fu per molti anni l'unico edificio costruito in Viale Parioli, quì in una mappa del 1900.

Il villino aveva una pianta quadrata, la facciata su Viale dei Parioli aveva un piccolo avancorpo su cui si apriva una grande loggia a trifora su colonnine decorata da  mocarabes e arabeschi e incorniciata da una fascia di stelle geometriche, ispirata all'Alhambra, la loggia si apriva, all'interno, sul grande scalone d'ingresso. La trifora era affiancata da finestre su colonnine sempre con decorazioni in arabesco molto elaborate, in basso si apriva invece il portale d'entrata con arco a tutto sesto, che conduceva allo scalone.



Il resto della facciata era dotato di due bifore di tipo moresco al pianterreno e due finestre con volta a ferro di cavallo al primo piano, una fascia di arabeschi correva longitudinalmente sotto le bifore, per poi terminare verticalmente all'angolo dell'edificio fino al primo piano.
Una grande fascia di forme geometriche a stella decorava l'attico correndo lungo tutto l'edificio, sopra quest'ultima erano presenti dei merli triangolari di stile ispanico.
Sopra lo scalone era stata progettata da Basile una torretta con tetto a spioventi, che fu poi modificata nell'elemento più spettacolare del complesso: una cupola innestata su una loggia quadrangolare con tre finestre con arco a ferro di cavallo per ogni lato, decorata da arabeschi e da una merlatura terminale. La cupola circolare era tutta decorata da arabeschi ed era sormontata da un puntale dotato di varie sfere, nel tamburo della cupola si aprina una porta a tutto sesto architravata che conduceva al terrazzino della loggia.

Progetto del villino Villegas di Ernesto Basile, 1887.

L'elemento più interessante dell'interno del villino era lo scalone d'entrata che conduceva dal piano seminterrato al pianterreno. La parte bassa dell'ingresso era rivestita di fasce bugnate, una balaustra traforata accompagnava lo scalone fino al piano superiore, quì otto colonne identiche a quelle della loggia esterna sorreggevano la grande cupola che era decorata con splendide muqarnas. Le esili colonne sostenevano sui capitelli cubici pilastrini istoriati affiancati da quattro colonnine i quali sorreggevano a loro volta gli archi a sesto acuto decorati da mocarabas, questi si fondevano infine con le le muqarnas della base della cupola. Le colonne e gli archi appena descritti erano quasi la copia fedele del Patio de los Leones dell'Alhambra.

Il patio del villino Villegas era un piccolo cortile all'aperto.

Superato lo scalone si giungeva al pianterreno, la sala successiva era il patio, chiaramente ispirato al Patio de los Arrayanes nel Palacio de Comares dell'Alhambra. Quattro colonne per lato, con capitelli corinzi, sorreggevano pilastrini decorati da arabeschi e culminanti in mocarabas che sostenevano le volte a ferro di cavallo decorate ad arabesco fino al soffitto. Lungo la parete del portico correva fino a mezza altezza a partire dal terreno una fascia di azulejos a motivi geometrici.
Al centro del portico era presente una fontana a forma di stella a otto punte, ricoperta di maioliche blu.

José Villegas, "El conjuro"1900.

Possiamo farci un'idea del patio osservando un dipinto che Villegas ambientò nel suo studio nel 1900 dal titolo "El conjuro".
Dal patio si giungeva in una stanza con una cupolina sul soffitto per far giungere la luce naturale, probabilmente lo studio di pittura di Villegas, un'ulteriore stanza conduceva al giardino ricco di piante esotiche.
Il pittore Giulio Aristide Sartorio frequentando l'ambiente artistico di Via Margutta entrò in contatto con José Villegas e tra i due nacque un'amicizia, Villegas cercò di favorirne il successo fra i suoi conosenti collezionisti. Non è un caso dunque che per la decorazione pittorica fosse dunque chiamato il giovane Sartorio, che eseguì gli affreschi nel 1890.
Nel 1901 Villegas fu nominato direttore del Museo del Prado e fu costretto ad abbandonare Roma e la sua amata dimora.

Il villino Villegas riportato come V. Tavazzi nella carta dell'Istituto Geografico De Agostini del 1911.

Il villino fu venduto dunque all'antiquario Filippo Tavazzi, che lo arricchì di lapidi, bassorilievi e statue antiche che comprava dalle tenute in zona e nella sua attività di antiquario.
Negli anni Trenta vi prese dimora il Cardinale Massimo Massimi, che quì faceva riunire la Congregazione Eucaristica Giovanile.
Alla sua morte nel 1954 il villino fu venduto e demolito per costruirvi due grandi palazzine realizzate nel 1955.






Skate Park a Roma

A seguire un elenco degli skate park presenti a Roma, dove tutti gli appassionati di skateboard possono allenarsi, divertirsi e mettersi alla prova.

Quartiere Tiburtino:
Strike Skatepark, Via Umberto Partini

Quartiere Ostiense:
Skate Park San Paolo, Via Alessandro Severo

Quartiere Portuense:
Skate Park Magliana, Largo Collodi

Quartiere Pietralata:
El Nino Skatepark, Via dell'Acqua Marcia, 51

Quartiere Ponte Mammolo:
Bunker Skatepark, Viale Kant 305

Zona Torre Maura:
Cinetown Skatepark, Via Libero Leonardi

Strade del Suburbio Della Vittoria

A seguire, un elenco di tutte le strade attualmente esistenti nel Suburbio Della Vittoria

Via Abano Terme

Via Stresa

Le fontane del Quartiere Pinciano

A seguire un elenco delle fontane presenti nel Quartiere Pinciano, elencate in ordine alfabetico.

Arcosolio di Benedetto XIV, in Via Flaminia
Fontana delle Conche, in Via Flaminia
Fontana di Papa Giulio III, in Via Flaminia
Fontana della Maternità, in Via Domenico Chelini

Okinawa

Monete Romane di Okinawa

Giappone

Okinawa
Tokyo

Targhe commemorative del Quartiere Parioli

A seguire, suddivise per strada (elencate in ordine alfabetico), trovate l'elenco delle targhe commemorative presenti nel Quartiere Parioli.

Piazza Cardinal Consalvi
- Croce e targa in memoria dell'Anno Santo 1975

Via Panama
- Targa in memoria di Mario De Bernardi

Edicole Sacre del Quartiere Parioli

A seguire un elenco delle Edicole Sacre situate nel Quartiere Parioli, elencate in base all'ordine alfabetico della strada in cui si trovano.

Piazza Cardinal Consalvi
- Croce a ricordo del Giubileo del 1975

Chiese del Suburbio Trionfale

A seguire un elenco relativo alle Chiese del Suburbio Trionfale, elencate in ordine alfabetico. In questa lista riteniamo inserire tutte le Chiese la cui struttura è ancora esistente, anche se sconsacrata. Per quanto riguarda le Chiese non più esistenti o di cui restano avanzi particolarmente ridotti, abbiamo realizzato una lista apposita che trovate anche qui sotto.

San Francesco d'Assisi a Monte Mario, in Piazza di Monte Gaudio

Strade del Quartiere Trionfale

A seguire, un elenco di tutte le strade attualmente esistenti nel Quartiere Trionfale.

Borghetto Madonna del Pozzo

Edicole Sacre del Suburbio Trionfale

A seguire un elenco delle Edicole Sacre situate nel Suburbio Trionfale, elencate in base all'ordine alfabetico della strada in cui si trovano.

Via Mario Fani
- Edicola Mariana di Via Mario Fani

Targa in memoria delle vittime del terrorismo


La targa in questione si trova in Largo delle Vittime del Terrorismo, nel Rione San Saba, e ricorda tutte le vittime del terrorismo nazionale e internazionale, definiti nella targa "martiri della democrazia, della libertà, della dignità umana e della pace". La targa è stata qui posta l'11 Marzo 2005 nel largo che nel 1983 era stato dedicato alle vittime del terrorismo.

Targhe commemorative del Suburbio Trionfale

A seguire, suddivise per strada (elencate in ordine alfabetico), trovate l'elenco delle targhe commemorative presenti nel Suburbio Trionfale.

Via Mario Fani
- Targa in memoria degli agenti della scorta di Aldo Moro

Edicole Sacre del Quartiere Trionfale

A seguire un elenco delle Edicole Sacre situate nel Quartiere Trionfale, elencate in base all'ordine alfabetico della strada in cui si trovano.

Via Trionfale
- Edicola di San Giuseppe Calasanzio

Metropolitana di Roma

Linea A

Linea B

Linea B1

Linea C
Giardinetti
Torre Gaia

Linee mai completate:
- Metropolitana delle Capannelle per i Castelli
- Metropolitana Porta Maggiore-Centocelle-Torre Spaccata

Palazzi scomparsi del Rione Trevi

A seguire un elenco alfabetico dei palazzi scomparsi un tempo esistiti nel Rione Trevi.

Palazzo Amici, in Piazza San Bernardo

Targhe commemorative della Puglia

Targhe commemorative della Provincia di Lecce

Targhe commemorative della Provincia di Lecce

Targhe commemorative di Otranto

Targhe commemorative a Otranto

Largo d'Aragona:
- Targa in memoria dei cittadini di Otranto caduti nella Prima Guerra Mondiale

Via Luigi Eula:
- Targa in memoria di Luigi Eula

Otranto

Targhe commemorative a Otranto

Provincia di Lecce

Otranto

Puglia

Provincia di Lecce

Le strade del Quartiere Portuense

A seguire, un elenco di tutte le strade attualmente esistenti nel Quartiere Portuense.

Piazzale Portuense

Architetture civili del Quartiere Pinciano

A seguire, in ordine alfabetico, una serie di architetture civili comprese nel Quartiere Pinciano

Bioparco (già Giardino Zoologico), in Piazzale del Giardino Zoologico
Casa dell'Automobile, in Piazza Giuseppe Verdi (demolita)
Complesso ICP Flaminio I, in Via Flaminia

Architetture civili scomparse

Architetture civili scomparse del Quartiere Pinciano
Architetture civili scomparse del Quartiere Europa

Architetture civili scomparse del Quartiere Pinciano

A seguire, in ordine alfabetico, una serie di architetture civili non più esistenti comprese nel Quartiere Pinciano

Casa dell'Automobile, in Piazza Giuseppe Verdi

Palazzi del Rione Pigna

A seguire un elenco dei palazzi nobiliari del Rione Pigna, in ordine alfabetico:

Palazzo Berardi, in Corso Vittorio Emanuele II
Palazzetto Calzone, in Via del Collegio Romano angolo Via Alessandro Specchi

Targhe commemorative scomparse

A seguire un elenco delle targhe commemorative scomparse a Roma

Quartiere Tiburtino
Targa in memoria di Franco Baldini, in Piazzale Tiburtino

Bar e caffé nel Rione Trastevere

Antico Caffè del Moro, in Via del Moro

Bar e caffè di Roma

Bar e caffè nel Rione Colonna
Bar e caffè nel Rione Campo Marzio
Bar e caffè nel Rione Trastevere

Bar e caffè scomparsi di Roma

Negozi storici nel Rione Trastevere

Antico Caffè del Moro, in Via del Moro
Pasticceria Valzani, in Via del Moro

Negozi storici di Roma

Negozi storici nel Rione Colonna
Negozi storici nel Rione Campo Marzio
Negozi storici nel Rione Trastevere
Negozi storici nel Rione Prati

Negozi storici scomparsi

Porte delle Mura di Roma

Porta Maggiore
Porta Portese