Pagine

Quartiere Parioli


Il Quartiere Parioli deve il suo nome ai Monti Parioli, ovvero la zona collinare di quest'area che deve il suo nome, probabilmente, alle numerose coltivazioni di peri che qui erano presenti, da cui peraioli e, quindi, l'odierno Parioli.
Nella zona dove oggi sorge il moderno quartiere esisteva, di preciso sull'attuale Monte Antenne, l'antica città di Antemnae, di origine greco-sabina. Di essa non resta quasi nulla perché i pochi resti sono stati in gran parte abbattuti per la realizzazione tra il 1877 e il 1891 del Forte Antenne. 
Sotto l'odierna Villa Ada si trovano inoltre le Catacombe dei Giordani e le Catacombe di Sant'Ilaria, mentre nell'area di Villa Glori è presente l'Ipogeo di Villa Glori.

L'area dei Monti Parioli in una mappa del 1870

Sempre nella zona era presente una villa del Collegio Irlandese, passata nel XVIII Secolo ai Pallavicini, che nel 1872 fu acquistata dalla famiglia Savoia divenendo dunque la villa della Casa Regnante Italiana, nota per questo all'epoca col nome di Villa Savoia ma anche con quello attuale di Villa Ada, che dal 1957 è un parco pubblico.
L'attuale quartiere si è sviluppato, grossomodo, dagli anni Venti agli anni Cinquanta, costruito in buona parte per ospitare i gerarchi del regime Fascista. In una elegante palazzina in Via Angelo Secchi n. 9, progettata dall'architetto Pietro Aschieri, risiedeva, ad esempio, Galeazzo Ciano e la moglie Edda Mussolini. 
La maggior parte del quartiere si sviluppa ad Est di Viale dei Parioli, che lo divide dal vicino Quartiere Pinciano. Quì furono costruiti, verso Piazza delle Muse, alcuni villini negli anni Venti, sostituiti da lussuose palazzine negli anni Trenta.

Il Quartiere Parioli nel 1930

L'area dell'ex Villa de Heritz fu lottizzata dalla Società Generale Immobiliare, negli anni Trenta, costruendo eleganti palazzine in Via Bruxelles, Via Panama e Via Lima.
Durante il Regime in Viale Romania fu inoltre inaugurata, nel 1936, la Caserma della Milizia, segno tangibile del potere fascista.

Piazza Ungheria

Punto nevralgico del quartiere è Piazza Ungheria, su cui si affaccia la Chiesa di San Roberto Bellarmino.
Il lusso con cui è stato costruito lo ha reso un quartiere dell'elite, popolato prevalentemente dall'alta borghesia Romana: ciò ha creato, a Roma, una vera e propria categoria, quella dei "Pariolini". I Pariolini sono i giovani, di ricca famiglia dei Parioli, attenti sempre a vestirsi di marca, per ridurre ai minimi termini la definizione, anche se probabilmente nessuno meglio dei Vanzina in molti loro film hanno saputo dare forma a questa tendenza.

Il Quartiere nel 1943

Dal 1938 è inoltre attivo nel quartiere il Teatro Parioli, in Via Giosuè Borsi, che rappresenta uno dei principali luoghi culturali della zona e in cui dal 1982 sono ospitate le riprese del popolare talk televisivo Maurizio Costanzo Show, condotto dal noto giornalista.
Sempre nel quartiere Parioli, in una parte molto vicina alla via Flaminia, fu costruito il Villaggio Olimpico, in occasione delle Olimpiadi del 1960. Infatti, l'area del Villaggio Olimpico, seppur decisamente più legata al quartiere Flaminio, fa formalmente parte del Quartiere Parioli. Già alla fine del XIX secolo venne realizzato in questa zona l'Ippodromo di Villa Glori, poi nel 1911 fu inaugurato lo Stadio Nazionale, sostituito nel 1960 dallo Stadio Flaminio.
Tra il 1984 e il 1995 è stata edificata in questa zona la Moschea di Roma, progettata dall'architetto Paolo Portoghesi.
Oggi i Parioli sono una zona estremamente signorile, considerata uno dei "quartieri alti" di Roma per eccellenza: ospita molti luoghi esclusivi, da locali e ristoranti a Circoli, frequentati principalmente dalla "Roma bene".

Nel 2018 è uscita sulla piattaforma streaming Netflix la serie tv Baby, ambientata in gran parte ai Parioli e liberamente tratta dallo scandalo delle baby squillo emerso nel 2014. Il "Collodi", l'immaginaria scuola privata frequentata dalle protagoniste della serie, in realtà è la facoltà di Ingegneria dell'Università Tor Vergata.

Chiese:
San Luigi Gonzaga
San Roberto Bellarmino
San Valentino

Cliniche:
Clinica Quisisana

Conventi:
Istituto delle Suore dei Sacri Cuori e dell'Adorazione, oggi Liceo Azzarita
Istituto San Gabriele

Impianti Sportivi:
Centro Sportivo dell'Acqua Acetosa
Stadio Flaminio
Stadio Nazionale (demolito)
Palazzetto dello Sport
Ippodromo di Villa Glori (demolito)

Luoghi di Culto di altre Religioni:
Moschea di Roma

Musei:
Museo degli strumenti dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Palazzi:

Palazzine:

Strade:

Strade scomparse:

Targhe:

Ville:
Villa Ada, Via Salaria
Villa de Heritz, oggi sede della LUISS, Viale Romania 
Villa Glori, Viale dei Parioli 
Villa Grazioli, Via Salaria
Villa Nobili, Viale Liegi (demolita)

Villini:

Zone, località e altri toponimi:
Monte Antenne
Villaggio Olimpico

1 commento:

  1. looking for relatives of Giovanni Salvadori, lived on Via Vincenzo Picardi I in the 1950's worked at Fedexport Italia
    (Piazza) S. Bernardo 101, my name is John Bell and i am researching my family history, i have photos of Mr. Salvadori with my father in Canada, but do not understand why Giovanni Salvadori would have been here. I can send a photo of Mr. Salvadori and my father John Bell to anyone who would be willing to help me with this mystery. My name is John Bell and my email is - johnbell3434@yahoo.ca thanks for any help

    RispondiElimina

Info sulla Privacy