Targa che garantisce il pubblico utilizzo dei prati di Testaccio


La targa in questione si trova in Piazza di Porta San Paolo, proprio sul muro dell'omonima porta, nella parte compresa nel Rione San Saba e garantisce l'uso pubblico dei campi di Testaccio, che all'epoca - la targa è del 1720 - erano un vasto prato che circondava il Monte Testaccio.
Sotto, a firmare la targa che fa riferimento a uno statuto apposito, il Marchese Scipione Ippolito De Rossi, il Marchese Cesare Sinibaldi, Pietro Paolo Boccapaduli, ed il Caporione Filippo Gentili.

Nessun commento:

Posta un commento