Targa in memoria degli abitanti del Quartiere San Paolo morti nella Prima Guerra Mondiale


La targa in questione si trova in Piazzale Ostiense, nel Quartiere Ostiense, e ricorda gli abitanti del "Quartiere San Paolo" (suddivisione toponomastica ufficialmente non esistente) morti durante la Prima Guerra Mondiale. La targa è stata qui posta dall'Associazione Popolare Ostiense il 24 Aprile 1921.

Targa in memoria della fondazione dell'Istituto Radiologico del San Camillo


La targa in questione si trova all'interno dell'Ospedale San Camillo, nel Quartiere Gianicolense, nello specifico all'interno del padiglione di radiologia, la cui fondazione è ricordata nella targa. In essa l'ospedale è ricordato con il suo nome originario, "Ospedale del Littorio", nome venuto meno in seguito al termine della Seconda Guerra Mondiale.
La targa è stata qui posta il 27 Ottobre 1929.

Targa in memoria dell'inaugurazione dello Spazio Europa


La targa in questione si trova all'interno dello Spazio Europa, in Via IV Novembre, nel Rione Trevi, e ricorda come il 13 Febbraio 2009 questo spazio sia stato inaugurato alla presenza dell'allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Fontana di Piazza Iside


La Fontana di Piazza Iside, nel Rione Monti, è una piccola fontana, della tipologia simile a quella delle fontane rionali di Pietro Lombardi e alle fontane pubbliche degli anni '20. Essa risale agli anni '20 ed è composta da due conche, una delle quali è stata recuperata dai resti del vicino Tempio di Iside, da cui la piazza prende il nome. Tale fontana, tuttavia, venne rimossa dalla piazza per ragioni di viabilità e tenuta per decenni nei magazzini comunali.
Nel 2005 ebbe luogo un'importante riqualificazione di Piazza Iside e la fontana fu ricollocata nella piazza dove era originariamente collocata.

Via Aosta


Via Aosta è una strada situata nel Quartiere Tuscolano, compresa tra Piazza dei Re di Roma e Via Taranto. Essa venne istituita nel 1924, quando venne dedicata ufficialmente alla città di Aosta, seguendo la toponomastica del resto dell'area, caratterizzata da strada dedicate a città italiane. La strada è stata caratterizzata fin dalla sua nascita dalla costruzione di edifici a carattere intensivo, uno dei quali realizzato dall'architetto Mario Carlo Viano. Oggi è una strada ricca di esercizi commerciali e molto percorsa, anche per via della vicinanza con la stazione della Metro A di Piazza Re di Roma.


Santa Maria Immacolata e San Giuseppe Benedetto Labre


Santa Maria Immacolata e San Giuseppe Benedetto Labre è una Chiesa situata in Via Taranto all'angolo con Via Monza, nel Quartiere Tuscolano. Il luogo di culto risulta essere sussidiario della parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio ed è annesso all'istituto Santa Maria Immacolata.
La Chiesa venne costruita tra il 1928 ed il 1930 su progetto dell'architetto Gino Benigni e consacrata il 31 Ottobre 1931. L'edificio presenta una facciata in stile neoromanico con un portico preceduto da una scalinata e sormontato nella facciata da una trifora con un mosaico raffigurante Cristo tra gli Angeli. Il campanile, invece, si rifà all'architettura paleocristiana romana ed è molto simile a quello di molte chiese che si possono trovare a Roma.
La rottura visiva tra facciata e campanile, differenti per stile e per colore, potrebbe voler richiamare le numerose chiese di Roma di origine paleocristiana che hanno visto la facciata restaurata nei secoli ma hanno mantenuto il campanile storico.
L'impianto paleocristiano è ben visibile all'interno della Chiesa, che si configura sul modello basiicale a tre navate con abside e matroneo. Nell'abside sono presenti i mosaici raffiguranti la Crocifissione e, più in alto, la Gloria di Maria Immacolata, mentre lungo le pareti altri mosaici raffigurano le 14 Stazioni della Via Crucis. All'interno è inoltre presente un organo a canne risalente al 1932.

Stazione della Metropolitana di Giardinetti


La Stazione della Metropolitana di Giardinetti è attualmente operativa lungo la Linea C e si trova nella Zona Torre Angela. Si tratta dell'unica stazione di superficie della terza linea della metropolitana ad essere stata costruita completamente ex novo, andando a sostituire la precedente stazione della linea ferroviaria Roma-Pantano, spostata di quasi un chilometro in direzione del Grande Raccordo Anulare per fare spazio in questa piazza lungo la Via Casilina alla nuova struttura.
La stazione è caratterizzata da una forma trapeziodale e una facciata fatta di vetrate con un ampio atrio al livello stradale. La stazione è inoltre dotata, nel piazzale di fronte, di un parcheggio con 200 posti auto.
I lavori per la realizzazione di questa stazione hanno avuto inizio nel 2007. L'entrata in funzione della stazione è avvenuta nel 2014.