La casa della vecchietta e Palazzo Altieri


Passeggiando per Piazza del Gesù e Via del Plebiscito, volgendo lo sguardo su Palazzo Altieri, noterete due piccole aperture sopra due finestre che non sembrano far parte dell'architettura del palazzo. Apparentemente può sembrare un intervento successivo per illuminare al meglio alcune stanze interne o qualche intervento simile, in realtà sono la tangibile testimonianza di una storia che risale a quando il palazzo venne costruito.
Nel 1670 il Cardinale Giovan Battista Altieri decise di costruire il proprio palazzo in Piazza del Gesù, nel Rione Pigna, incaricando del progetto l'architetto Giovanni Antonio De Rossi. Per poter realizzare l'opera, il Cardinale acquistò tutte le proprietà dell'area scelta per poterle demolire.
Tuttavia, trovò l'opposizione di un'anziana signora, vedova e sola, che non volle vendere la sua casa. Il Cardinale si rivolse allora al Papa, che era Clemente X (1670-1676), membro della stessa famiglia Altieri, che però decise che la volontà della donna andava rispettata. La casa della signora venne allora integrata nel palazzo, aveva una porcina autonoma (oggi non più esistente) e due finestrelle, che ancora oggi si possono vedere incorporate nel Palazzo all'altezza di Via del Plebiscito.

Sacro Cuore di Gesù


La Chiesa del Sacro Cuore di Gesù si trova in Via Piave, nel Rione Sallustiano. Tale Chiesa è stata progettata dall'architetto Aristide Leonori e originariamente doveva essere orientata verso Via XX Settembre, su una porzione di Villa Bonaparte e occupando una parte del giardino di Villa Paolina. Dopo diverse polemiche, nel 1914 venne concesso il permesso di edificare la Chiesa che, tuttavia, avrebbe dovuto avere la facciata sulla vicina Via Piave.
La costruzione della Chiesa terminò nel 1916. L'edificio si presenta preceduto da un piccolo giardino, diviso dalla strada da una cancellata in ferro battuto, mentre la facciata è in stile neogotico, preceduta da un avancorpo delimitato da due alti pilastri tra cui è racchiuso un arcone ogivale, posta in maniera lievemente obliqua rispetto alla strada.
L'interno è invece composto di tre navate con un breve transetto, diviso da colonne che sorreggono il matroneo e le volte a crociera ed è decorato con marmi policromi.
L'interno della Chiesa
Le vetrate del transetto rappresentano L'Eucarestia, Il Sacrificio di Melchisedech e L'Adorazione Universale dell'Eucarestia, mentre le finestre sono decorate con vetri provenienti da Monaco di Baviera raffiguranti Santi i cui nomi corrispondono a quelli dei parenti dell'architetto.
Nel catino absidale è presente un mosaico raffigurante Cristo con Santi, mentre nella navata destra sono presenti diversi dipinti opere del Gabrini realizzate tra il 1917 e il 1918: Sant'Antonio che resuscita un morto, San Giacomo con la Madonna del Pilar, San Giovanni Berchmans a cui appaiono San Luigi e San Stanislao Konska e Cristo nella Mandorla, seguite dalla Gloria di Santa Raffaella Maria del Sacro Cuore. Nell'abside è invece presente una tela raffigurante Sant'Ignazio di Loyola mentre nella navata sinistra sono presenti tele raffiguranti La Morte di San Francesco Saverio, La Sacra Famiglia, L'Annunciazione e La Crocifissione, tutte realizzate dal Gabrini sempre tra il 1917 e il 1918. Nell'abside è inoltre presente la Madonna della Strada, copia di quella della Chiesa del Gesù.
Dal 1922 la Chiesa appartiene alle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù, che quell'anno videro costruito il proprio istituto di fianco alla Chiesa su progetto di Giuseppe Palombi.

Via dell'Arco del Monte


Via dell'Arco del Monte è una strada del Rione Regola, compresa tra Via dei Giubbonari e Piazza della Trinità dei Pellegrini. La strada deve il proprio nome al cavalcavia che la attraversa e che collega il Palazzo del Monte di Pietà, da cui il nome il nome di "Arco del Monte", al Palazzo Barberini ai Giubbonari. La strada corre principalmente tra questi due palazzi.
Qui è presente dal XIX Secolo l'Oratorio di Santa Maria del Soccorso "Succurre Miseris", che ha sostituito una Chiesa esistita in precedenza.
L'Oratorio di Santa Maria del Soccorso "Succurre Miseris"
Dopo l'Unità d'Italia l'edificio di Palazzo Barberini venne adibito a scuola e diviso tra le elementari Trento e Trieste e l'Istituto Superiore Vittoria Colonna, quest'ultimo con ingresso in Via dell'Arco del Monte.
La strada durante il regime fascista prese il nome di Via Giovanni Berta, militante fascista ucciso nel 1921 a Firenze e divenuto uno dei "martiri fascisti" più celebrati dal regime. Nel 1945 la strada cambiò nuovamente nome, riprendendo l'originale Via dell'Arco del Monte.

Altri siti che ne parlano:

CAP di Roma

A seguire una serie di elenchi che indicano i CAP del Comune di Roma, suddivisi prima per singola zona poi per strada. Per qualsiasi ulteriore informazioni vi invitiamo a visitare il sito dell'apposito servizio delle Pagine Bianche (lo trovate qui).

Il CAP generale di Roma è 00100, ma il territorio comunale è diviso in zone con CAP specifici che vanno da 00010 a 00063 e da 00118 a 00199.

Le zone:

00010 - Acqua Vergine, Borghesiana, Lunghezza, San Vittorino, Torre Angela
00013 - Tor San Giovanni
00040 - Aeroporto di Ciampino, Casal Morena, Castel di Decima, Castel di Leva
00043 - Aeroporto di Ciampino
00050 - Castel di Guido, Maccarese Nord, Maccarese Sud, Ponte Galeria, Torrimpietra
00054 - Fiumicino, Fregene, Isola Sacra, Maccarese Nord, Maccarese Sud, Palidoro
00057 - Castel di Guido, Maccarese Nord, Maccarese Sud, Torrimpietra
00060 - Cesano, Santa Maria di Galeria
00061 - Polline Martignano
00063 - Cesano, Polline Martignano
00119 - Acilia Nord, Casal Palocco, Ostia Antica
00120 - Borgo
00121 - Lido di Ostia Ponente
00122 - Acilia Sud, Casal Palocco, Castel Fusano, Castel Porziano, Europa (EUR), Lido di Castel Fusano, Lido di Ostia Levante, Mezzocammino
00123 - Casalotti, Isola Farnese, La Giustiniana, La Storta
00124 - Casal Palocco, Castel Fusano, Castel Porziano, Lido di Castel Fusano
00125 - Acilia Nord, Acilia Sud, Casal Palocco
00126 - Acilia Nord, Ostia Antica
00127 - Mezzocammino
00128 - Castel di Decima, Castel Porziano, Fonte Ostiense, Tor de' Cenci, Torrino, Valleranno
00129 - Castel Porziano
00131 - Lunghezza, Settecamini
00132 - Borghesiana, Lunghezza, Torre Angela, Torre Gaia
00133 - Borghesiana, Torre Angela, Torre Gaia, Torrenova
00134 - Castel di Leva, Torricola
00135 - Quartiere Della Vittoria, Suburbio Della Vittoria, La Giustiniana, La Storta, Ottavia, Suburbio Portuense, Primavalle, Tomba di Nerone, Quartiere Trionfale, Suburbio Trionfale
00136 - Quartiere Della Vittoria, Primavalle, Quartiere Trionfale
00137 - Casal Boccone, Monte Sacro Alto, Ponte Mammolo, San Basilio, Settecamini, Tor San Giovanni
00138 - Casal Boccone, Castel Giubileo, Marcigliana, Tor San Giovanni, Val Melaina
00139 - Casal Boccone, Castel Giubileo, Marcigliana, Monte Sacro, Monte Sacro Alto, Tor San Giovanni, Val Melaina
00141 - Monte Sacro, Monte Sacro Alto, Trieste, Val Melaina
00142 - Ardeatino, Europa (EUR), Ostiense
00143 - Ardeatino, Castel di Decima, Castel di Leva, Cecchignola, Europa (EUR), Fonte Ostiense, Giuliano Dalmata, Mezzocammino, Torrino, Vallerano
00144 - Acilia Nord, Acilia Sud, Casal Palocco, Europa (EUR), Fonte Ostiense, Lido di Ostia Levante, Maccarese Sud, Mezzocammino, Ostiense, Tor di Valle, Torrino
00145 - Ostiense
00146 - Ostiense, Quartiere Portuense, San Saba
00147 - Ardeatino, Ostiense
00148 - Europa (EUR), Suburbio Gianicolense, La Pisana, Magliana Vecchia, Ponte Galeria, Quartiere Portuense, Suburbio Portuense
00149 - Quartiere Gianicolense, Quartiere Portuense, Suburbio Portuense
00151 - Quartiere Gianicolense, Suburbio Gianicolense
00152 - Quartiere Aurelio, Quartiere Gianicolense, Suburbio Gianicolense


Cliccando ogni singola lettera troverete i CAP delle strade che iniziano con tale lettere (senza comprendere ovviamente il qualificatore, ovvero piazza, via, ecc.).

Targa in memoria dei Ragazzi di Via Panisperna


La targa in questione si trova in Via Panisperna, nel Rione Monti, e ricorda il gruppo di fisici noto come Ragazzi di Via Panisperna, perché qui era situato l'istituto di Fisica. Nello specifico nella targa sono ricordati i premi Nobel Enrico Fermi ed Emilio Segrè oltre a Oscar D'Agostino, Edoardo Amaldi, Ettore Majorana, Franco Rasetti e Bruno Pontecorvo. La targa è riportata anche in lingua inglese.

Una foto dei Ragazzi di Via Panisperna. Da sinistra: Oscar D'Agostino,  Emilio Segrè, Edoardo Amaldi, Franco Rasetti ed Enrico Fermi

Targa in memoria della riapertura della Scuola Nostra Signora di Lourdes delle Maestre Pie Filippini


La targa in questione si trova all'interno della Casa Provinciale "Sacro Cuore" delle Maestre Pie Filippini, in Via delle Fornaci, nel Quartiere Aurelio, e ricorda come nel Dicembre 1929 Papa Pio XI consacrò questo edificio istituendovi la Scuola di Nostra Signora di Lourdes, che era stata, come si legge nella targa, "soppressa per la delimitazione della Città Vaticana". Il nuovo edificio venne costruito per volontà di Monsignor Carlo Cremonesi che lo donò al Pontificio Istituto delle Maestre Pie Filippini.

Libreria del Littorio


Il Palazzo della Libreria del Littorio si trova lungo Via del Corso, nel tratto compreso nel Rione Colonna. Esso risale al 1928 e probabilmente consiste in gran parte nel restauro di un edificio per abitazioni di epoca precedente (XVI secolo) già esistente.
La Libreria del Littorio venne fondata nel 1927, come si può evincere dal nome era molto vicina al regime fascista e si occupava in gran parte di promuovere i libri italiani all'estero. Aveva una sede anche a Milano, e tra le opere stampate c'era il periodico dei Giovani Fascisti Il Tricolore.