Palazzina Selva


La Palazzina Selva si trova in Via del Giordano all'angolo con la scalinata di Viale America, nel Quartiere Europa, meglio noto come EUR. L'edificio in questione è a carattere residenziale, e si tratta del primo di questa tipologia ad essere stato completato nell'intero quartiere EUR.
A realizzare questo edificio è Bernardo Selva, ingegnere figlio dello scultore Attilio Selva e fratello del pittore Sergio, che progetto la palazzina come residenza per il padre.
Si tratta di un edificio particolare, a tre piani, con ingresso su Via del Giordano ma in cui il prospetto principale e maggiormente scenico risulta essere quello sulla scalinata di Viale America. Sulle balconate, così come all'ingresso e nell'androne, sono presenti mosaici opera di Sergio Serra, fratello dell'architetto che ha progettato la palazzina, che danno all'edificio un tocco maggiormente scenico, ispirandosi in parte alle decorazioni di Amerigo Tot presenti alla Stazione Termini.
L'edificio presenta inoltre un certo dinamismo dato sia dalla forma della terrazza superiore sia dalla pianta dell'edificio, piegata su due dei quattro prospetti.

Giardino degli Ulivi


Il Giardino degli Ulivi si trova nel Quartiere Europa, meglio noto come EUR, tra Via dell'Antartide e Viale dell'Umanesimo, nascosto su un'altura situata proprio di fronte al Fungo. L'origine di questo particolare giardino risale al 1940, quando venne pensato dall'architetto Raffaele De Vico nell'ambito della costruzione del nuovo quartiere adibito ad ospitare l'Esposizione Universale del 1942.
L'idea di De Vico era quella di realizzare un giardino che fosse un luogo mistico, situato su una collina spoglia da cui si sarebbe potuto godere di una vista a perdita d'occhio verso l'Agro Romano.
La sua realizzazione venne tuttavia, come molti monumenti della zona, interrotta a causa dell'entrata dell'Italia nella Seconda Guerra Mondiale. Nel 1952 Virgilio Testa, a capo dell'ente EUR, chiese a De Vico di terminare l'opera in versione tuttavia ridotta. Oggi il giardino si presenta come un luogo austero e rustico fatto di rocce disposte in maniera circolare accompagnate da ulivi, al cui centro è presente una semplice croce metallica poggiata su una roccia. Quando esso venne realizzato, la collina ove sorge venne in parte lottizzata e vi vennero costruite intorno alcune ville.
Non è chiaro se il progetto originale vedesse la presenza anche di pioppi nella parte centrale del giardino, mentre è considerato abbastanza probabile che fossero presenti anche dei ruscelli.
Come pendent di questo giardino, ne fu realizzato, sempre da De Vico, un altro gemello dall'altro lato di Viale Umanesimo rispetto al PalaLottomatica, tra lo stesso Viale e Via degli Urali, che si presenta in forme molto simili.

Il Fungo


Il Fungo è il nome con cui è noto il centro idrico situato il Largo Pakistan, nel Quartiere Europa, meglio noto come EUR. Questa struttura venne costruita tra il 1957 ed il 1959 dall'architetto Roberto Colosimo in collaborazione con Sergio Varisco, Aldo Capozza e Sergio Martinelli per raccogliere l'acqua del vicino Laghetto dell'EUR proveniente dall'acquedotto della Cecchignola.
Si realizzò dunque una struttura interamente in cemento alta 51,9 metri a forma di fungo, da cui il nome con cui questo serbatoio idrico è noto a tutti a Roma. Nello specifico, si tratta di una struttura poggiata su otto pilastri disposti a pentagono che a sei metri da terra si dividono a loro volta ciascuno in due diverse forme che si riuniscono al termine, dove le strutture sorreggono la vasca dell'acqua. Alla base di questa struttura è inoltre presente un belvedere panoramico, sede di un ristorante realizzato dall'architetto Lorenzo Monardo.
Oltre al ristorante, la struttura ospita anche un bar al pian terreno.

Busto di Giuseppe Pella


Il busto di Giuseppe Pella si trova in Largo Giuseppe Pella, nel Quartiere Europa, noto ai più come EUR. Esso venne realizzato nel 1986 dalla scultrice Marcella Marcus Sala su iniziativa dell'Associazione Agape Fraterna - organizzazione benefica fondata proprio da Pella - per ricordare Giuseppe Pella (Valdegno 1902 - Roma 1981), uomo politico della Democrazia Cristiana, Presidente del Consiglio dal 1953 al 1954 e dimessosi dall'incarico per divergenze sull'atteggiamento da adottare verso la Jugoslavia per quanto riguardava la richiesta di annessione della Zona B del territorio libero di Trieste.
La statua venne inaugurata il 19 Maggio 1986 alla presenza del sindaco di Roma Nicola Signorello, del Ministro dell'Interno Oscar Luigi Scalfaro, di Diana, nipote di Pella, e del presidente dell'Agape Fraterna Mario Lepore nel largo che dal dicembre precedente aveva preso il nome dello statista.
La posizione del busto risulta particolarmente scenografica, avendo alle proprie spalle il Laghetto dell'EUR ed il PalaLottomatica.

Targa in memoria di Guido Volponi


La targa in questione si trova all'interno del Palazzo Sant'Agostino, sede dell'Avvocatura dello Stato, situato in Via dei Portoghesi, nel Rione Sant'Eustachio, e ricorda Guido Volponi (Sant'Angelo in Lizzola 1907 - Roma 1944), impiegato dell'Avvocatura dello Stato morto nell'eccidio delle Fosse Ardeatine.

Targa in memoria dei caduti dell'Avvocatura dello stato


La targa in questione si trova all'interno del Palazzo di Sant'Agostino, sede dell'Avvocatura dello Stato, in Via dei Portoghesi, nel Rione Sant'Eustachio, e ricorda i dipendenti dell'Avvocatura dello Stato morti nella Prima Guerra Mondiale.

Monumento ai caduti di Anzio


La stele in questione si trova ad Anzio, in Piazza Garibaldi, e ricorda tutti i cittadini di Anzio caduti nella Prima e nella Seconda Guerra Mondiale. La città di Anzio, dal punto di vista bellico, è particolarmente legata allo sbarco di truppe angloamericane qui avvenuto nel 1944.
La stele è stata qui innalzata nel 2014.