I ragazzi della Roma violenta - I luoghi



I ragazzi della Roma violenta è un film risalente al 1976 con la regia di Renato Savino. Il film parla di un gruppo di giovani della Roma bene guidati da Marco Garroni (Gino Milli) e delle intricate vicende tra politica, malavita e violenza di questo gruppo, di orientamento neofascista, e i un altro gruppo di diversa estrazione sociale guidato da Schizzo (Emilio Locurcio).

Ecco quali sono i luoghi che compaiono in questa pellicola.

LICEO GIULIO CESARE, in Corso Trieste, nel Quartiere Trieste


Nella sequenza iniziale del film un giornalista porta avanti una serie di interviste sulla violenza. Una di queste interviste si svolge di fronte al Liceo Classico Giulio Cesare.

PIAZZA DI PORTA SAN GIOVANNI, nel Rione Monti



Nella sequenza iniziale in cui vi sono le interviste, si notano inquadrature di diverse aree di Roma, tra cui Piazza di Porta San Giovanni.

VIA OLEVANO ROMANO, nel Quartiere Prenestino-Labicano



In questa strada Enrico incontra la "ragazza comunista" che frequenta. La via successivamente compare in diverse altre scene del film.

VIA MONTAIONE, Zona Val Melaina



Qui si trova il negozio d'abbigliamento dove Nerone (Marco Zuanelli) inscena un suicidio per riuscire a farsi dare dei soldi.


ALTRI LUOGHI CITATI NEL FILM

- Durante la sequenza iniziale in cui un giornalista intervista diverse persone sulla violenza, le immagini sono intervallate da pagine di giornale che riportano notizie relative all'argomento. Si nota una pagine con la notizia di un uccisione nel Quartiere San Basilio.

- Nella scena in cui si vede per la prima volta il gruppo neofascista, uno di loro prende la parola dicendo che un membro starebbe tradendo il gruppo frequentando "una ragazza del Tuscolano".

Nessun commento:

Posta un commento