Delibera sulla Toponomastica di Roma dell'8 Maggio 1885

Nella delibera sulla Toponomastica di Roma dell'8 Maggio 1885 (visibile qui), vengono assegnati i nomi delle strade del nuovo Quartiere dei Prati di Castello, il principale nucleo dell'attuale Rione Prati. La nuova zone viene divisa in cinque zone toponomastiche.

Nella prima zona, vengono dati alle strade i nomi di illustri comandanti e di battaglie importanti nella storia d'Italia:
- Viale delle Milizie
- Viale Giulio Cesare
- Via Barletta
- Via Legnano
- Via Damiata
- Via Lepanto

Nella seconda zona, alle strade vengono assegnati i nomi di illustri comandanti e personaggi dell'Antica Roma e del Rinascimento Italiano:
- Via Vespasiano
- Via Ottaviano
- Via Catone
- Via Silla
- Via Caio Mario
- Via Fabio Massimo
- Via Paolo Emilio
- Via Attilio Regolo
- Via Duilio
- Via degli Scipioni
- Via Germanico
- Via Pompeo Magno
- Via dei Gracchi
- Via Ezio
- Via Marcantonio Colonna
- Via Alessandro Farnese
- Via Virginio Orsini
- Piazza dei Quiriti
- Piazza dell'Unità

Nella terza zona, vengono assegnati nomi a letterati dell'Antica Roma:
- Via Adriana (per la vicinanza di Castel Sant'Angelo, detto anche Mole Adriana)
- Via Varrone
- Via Properzio
- Via Tibullo
- Via Terenzio
- Via Ovidio
- Via Orazio
- Via Tacito
- Via Cicerone
- Via Lucrezio Caro
- Via Plinio
- Via Boezio
- Via Cassiodoro

Nella quarta zona, i nomi delle strade vengono assegnate ad illustri personalità della storia di Roma:
- Via Pomponio Leto
- Via Lancisi
- Via Cancellieri
- Via Sforza Pallavicini
- Via Pietro Della Valle
- Via Alberico II

Nella quinta zona, i nomi delle strade vengono assegnati ad illustri personaggi delle arti e della letteratura legati a Roma:
- Via Valadier
- Via E.Q. Visconti
- Via Gioacchino Belli (nonstante il nome corretto fosse Gioachino)
- Via Pietro Cossa
- Via Marianna Dionigi
- Via Vittoria Colonna
- Via dei Cosmati
- Via Mercuri
- Via Calamatta
- Via Cavallini
- Via Clementi
- Via Pierluigi da Palestrina
- Via Federico Cesi

Alle tre grandi vie che attraversano il quartiere e convergono sulla grande piazza vengono assegnati i nomi di:
- Via Cola di Rienzo
- Via Crescenzio
- Via Stefano Porcari

Alla grande piazza:
- Piazza del Risorgimento

Alla via che costeggia il Vaticano:
- Via Leone IV (il Papa è venerato come Santo, ma diversamente da altre strade dedicate a Santi è ricordata con il solo nome del Pontefice, senza essere preceduto da "San")

Alle vie che costeggiano ai lati il Palazzo di Giustizia:
- Via Triboniano
- Via Ulpiano

Alla piazza intorno a Castel Sant'Angelo:
- Piazza Adriana

Alla piazza di fronte al Ponte del Popolo (così era chiamato l'attuale Ponte Regina Margherita prima che gli fosse assegnato il nuovo nome):
- Piazza della Libertà

Alla piazza di fronte al Ponte all'Orso (così era chiamato il Ponte Umberto I prima che gli venisse assegnato il nuovo nome):
- Piazza dei Tribunali

Alla piazza dove sarebbe stato edificato il monumento a Cavour:
- Piazza Cavour

Nel dibattito successivo alle proposte, i Consiglieri Comunali pongono alcune questione. Viene chiesto che vengano dedicate strade anche allo scultore Tenerani, all'architetto Benedetto Pistrucci, ad Antonio Canova, a Virgilio ed al giurista Papiniano. Viene posta anche la questione dell'omonimia tra Piazza Cavour e la già esistente Via Cavour, e si pensa anche si possa chiamare la piazza Piazza Camillo Benso.

Nessun commento:

Posta un commento