Codex Fori Mussolini



Il 31 Agosto 2016 è stata diffusa la notizia che all'interno del basamento dell'Obelisco del Foro Italico, noto anche con il suo nome originario di Stele Mussolini, situato nel Quartiere Della Vittoria all'interno del complesso del Foro Italico, è stato rinvenuto, volutamente celato nella struttura e coperto da medaglie d'oro, un testo latino di elogio a Benito Mussolini ed al Fascismo.
A scoprirlo sono stati due studiosi di Lettere Classiche olandesi dell'Università di Groninga, Bettina Reitz-Joosse ed Hans Lamers, che hanno ribattezzato il testo Codex Fori Mussolini.
Il testo è scritto in Latino, lungo 1.200 parole ed è stato scritto dal latinista Aurelio Giuseppe Amatucci.
Il testo - attualmente in fase di studio e non diffuso pubblicamente - è diviso in tre parti.
Nella prima si parla di come l'Italia sia uscita sull'orlo del baratro dalla Prima Guerra Mondiale e, grazie a Mussolini, è stata salvata e risollevata.
La seconda parte elogia invece il lavoro delle organizzazioni giovanili fasciste.
La terza parla della costruzione del Foro Mussolini, il cui nome alla fine del 1944 è stato mutato in Foro Italico, nell'ambito del quale la Stele Mussolini fu costruita.
La Stele Mussolini, monolite di marmo di Carrara di ben 300 tonnellate, fu inserito nel contesto del Foro in occasione dei 10 anni dalla Marcia su Roma. Non è chiaro se la volontà di inserire questo testo nel suo basamento sia da ricollegarsi a questo fatto, né come mai si sia deciso di nasconderlo deliberatamente. Probabilmente è stato un voluto lascito al futuro, ma ancora non è stato chiarito dagli studiosi.

Nessun commento:

Posta un commento