Santa Maria del Buon Consiglio (già San Pantaleo ai Monti)


La Chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio (già San Pantaleo ai Monti) si trova in Via del Buon Consiglio, nel Rione Monti. Le sua origini risalgono al Pontificato di Papa Pasquale II (1099-1118), quando la chiesa venne realizzata - con il nome di San Pantaleo ai Monti) nell'area della Suburra, dove secondo la tradizione vennero traslate le reliquie di San Pantaleo, provenienti da Nicomedia.
Nel XVIII Secolo Papa Clemente XII Corsini (1730-1740) affidò il luogo di culto all'Arciconfraternita della Dottrina Cristiana. Nel 1748, invece, Papa Benedetto XIV Lambertini (1740-1758) la affidò all'Arciconfraternita della Beata Vergine del Buon Consiglio. E' proprio sotto questa nuova Arciconfraternita che la Chiesa assume il nome di Santa Maria del Buon Consiglio e viene radicalmente restaurata.
Il nuovo aspetto, ovvero quello attuale, consiste da una facciata a capanna con un piccolo portale sovrastato da una scritta dedicata alla Madonna del Buon Consiglio e i Santi Martiri Pantaleo e Biagio. All'interno, a pianta rettangolare, si trovavano due cappelle, una delle quali ospitava la copia della Sacra Immagine di Maria che si venerava nella Chiesa di Genazzano, ove è stata trasferita.
La Chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio, infatti, risulta ad oggi sconsacrata. Dal 1988 ospita la sede dell'ACSE (Associazione Comboniana Servizio Emigranti e Profughi), nata con l'intento di aiutare gli stranieri ad integrarsi in Italia.

Nessun commento:

Posta un commento