Delibera sulla Toponomastica di Roma dell'1 Agosto 1873

Nella delibera 33 dell'1 Agosto 1873 il Consiglio Comunale (visibile qui), riunito in seduta straordinaria, si occupa di dare nomi alle nuove strade in progetto sui colli Celio ed Esquilino, che andranno poi a costituire l'epicentro dei Rioni omonimi.
Per quanto riguarda il Celio si decise di dare alle strade nomi legati alla storia del colle, sia di uomini illustri che di famiglie e toponimi locali.
Diversa fu la scelta per l'Esquilino, dove si scelse di dedicare le strade a numerosi uomini illustri d'Italia, oltre a una grande piazza dedicata al Re d'Italia Vittorio Emanuele II, che rappresentava il sovrano che aveva portato a compiutezza l'unità del Paese. Oltre al Re si optò per dedicare strade anche a membri della Famiglia Reale.

Nel Celio vengono istituite le seguenti strade:
Via Claudia
Via Celimontana
Via Annia
Via Marco Aurelio
Via Capo d'Africa
Via Querquetulana (nel consiglio si decide di modificarne il nome però in Via dei Querceti, nome più adatto alla pronuncia)
Via Ostilia
Via de' Simmachi

Nell'Esquilino sono invece istituite le seguenti strade:
Via Umberto (modificata in sede di dibattito in Via Principe Umberto)
Via Amedeo (modificata in sede di dibattito in Via Principe Amedeo)
Via Balbo
Via D'Azeglio
Via Cavour
Via Urbana (trattasi di un proseguimento della strada già esistente nel Rione Monti)
Via Manin
Via Farini
Via Gioberti
Via Mazzini (da non confondere con l'attuale Viale nel Quartiere Delle Vittorie: in questo caso si tratta dell'attuale Via Cattaneo)
Via Carlo Alberto
Via Napoleone (modificata in sede di dibattito in Via Napoleone III per non confonderlo con Napoleone Bonaparte)
Via Rattazzi
Piazza Fanti
Via Cappellini (modificata in sededi dibattito in Via Alfredo Cappellini, probabilmente per evitare omonimie con Via dei Cappellari)
Via Mamiani
Via Ricasoli
Piazza Guglielmo Pepe
Via La Marmora
Via Cairoli
Via Bixio
Via Manzoni
Via Galileo
Via Tasso
Via Ariosto
Via Petrarca
Via Alfieri
Piazza Dante
Via Foscolo
Via Machiavelli (nel verbale erroneamente riportata come Macchiavelli: si nota una cancellatura a matita della seconda C)
Via Ferruccio
Via Giusti
Via Buonarroti
Via Leopardi
Via dello Statuto
Via Vico (modificato in sede di dibattito in "Via Giovanni Battista Vico" per evitare ominimie con la parola Vico, che può stare per Vicolo)
Via Principe Eugenio
Via Conte Verde
Viale Margherita (modificato in sede di dibattito in Viale Principessa Margherita)
Piazza Vittorio Emanuele

Si può notare sostanzialmente una divisione in tre categorie: il Re e membri della famiglia Savoia, viventi e del passato, che gravitano intorno a Piazza Vittorio Emanuele. Uomini illustri della storia e della letteratura d'Italia, che gravitano intorno a Piazza Dante. Uomini illustri della storia più recente d'Italia, che gravitano intorno alle piazze Fanti e Guglielmo Pepe.

Si procede poi con la modifica dei nomi di alcune strade già esistenti, continuando l'opera iniziata nel 1871 di eliminare alcune strade omonime e di cancellare, in segno di propaganda filo-Savoia e anti Stato Pontificio, riferimenti al Papa, e talvolta alla Cristianità in generale, dai nomi delle strade.

Nel Rione Monti:
Via Strozzi diventa Via Viminale, perché qui sarebbe passata la nuova strada con questo nome
Via Paradisi diventa Via de' Capocci per evitare l'omonimia con Via del Paradiso e Piazza del Paradiso nel Rione Parione
Via delle Carrette viene annessa a Via del Boschetto
Via delle Chiavi d'Oro diventa Via dei Carbonari
Via di Campo Carleo è annessa a Via Alessandrina
Via del Grillo diventa Campo Carleo
Piazza di Santa Maria Maggiore, nel tratto alle spalle della Basilica di Sana Maria Maggiore diviene Piazza dell'Esquilino
Via delle Quattro Fontane diviene, in un tratto, Via Savoia
Piazza di Termini diventa Piazza delle Terme
Via del Ghettarello diventa Via delle Marmorelle
Via di Sant'Agata alla Suburra diventa Via dei Goti

Nel Rione Trevi:
Via Nuova diventa Via della Panetteria
Piazza dell'Oratorio di San Marcello diventa Piazza dell'Oratorio

Nel Rione Colonna:
Via Felice viene annessa dalla limitrofa Via Sistina
Vicolo delle Vedove diventa Vicolo Boncompagni
Via del Bufalo diventa Via del Pozzetto

Nel Rione Campo Marzio:
Via della Fontanella di Borghese, nel tratto tra Piazza Borghese e Via di Ripetta, diventa Via del Clementino
Vicolo Nuovo diventa Vicolo di Monte d'Oro
Via Alibert diventa Via degli Studi

Nel Rione Ponte:
Un tratto di Via dell'Arco di Parma viene annesso alla limitrofa Via Tor di Nona
Via di Santa Lucia al Gonfalone è annessa alla limitrofa Via dei Banchi Vecchi

Nel Rione Parione:
Corsia di Piazza Navona diventa Corsia Agonale

Nel Rione Regola:
Via del Quartiere diventa Via dei Pompieri, per evitare l'omonimia con Vicolo del Quartiere nel Rione Trastevere
Via del Fontanone diventa un ulteriore tratto di Via Giulia

Nel Rione Pigna:
Via del Gesù, nel solo tratto tra Palazzo Venezia e la Chiesa del Gesù, non più continuo al resto della strada, cambia nome in Via degli Astalli


Nel Rione Campitelli:
Via delle Grazie al Foro Romano viene soppressa per l'ampliamento degli scavi del Foro Romano

Nel Rione Sant'Angelo:
Via della Fontanella diventa Via del Ricovero per evitare l'omonimia con Via della Fontanella nel Rione Campo Marzio
Via Savelli diventa Via di Monte Savello, per evitare l'omonimia con il Vicolo Savelli nel Rione Parione

Nel Rione Ripa:
Via Savelli diventa Via di Monte Savello, per evitare l'omonimia con il Vicolo Savelli a Parione

Nel Rione Trastevere:
Via della Torretta diventa Vicolo della Torre per evitare l'omonimia con la strada in Campo Marzio
Via del Macelletto viene annessa dalla vicina Via della Pelliccia per evitare l'omonimia con il Vicolo del Macelletto (oggi scomparso) a Ponte
Via di San Francesco di Sales diventa Via del Sacro Cuore
Via Nuova Mastai - parte del Quartiere Mastai - diventa Via Mastai, per evitare di confonderla con le altre strade che hanno il suffisso "nuova"
Via delle Palme diventa Via dell'Atleta
Cemeterio di Santa Maria in Trastevere diene annessa dalla limitrofa Via della Paglia
Via del Cemeterio di Santo Spirito e Via dei Bastioni di Santo Spirito vanno a formare Via del Gianicolo
Via delle Fornaci (da non confondere con quella attuale) diventa Via Garibaldi (cui si preferisce dedicare questa strada che ascende al luogo simbolo della difesa della Repubblica Romana al dedicargli una nuova strada)

Nel Rione Borgo:
Via delle Grazie diviene Via del Mascherino
Borgo San Michele viene annesso al limitrofo Borgo Santo Spirito
Un tratto non continuo di Borgo Santo Spirito diventa Via dei Penitenzieri
Via di San Pellegrino diventa Via della Cancellata

Nessun commento:

Posta un commento