Il Referendum costituzionale 2016 a Roma


Il 4 Dicembre 2016 i cittadini Italiani sono stati chiamati alle urne per il referendum costituzionale sulla Riforma Renzi-Boschi, promossa dal Primo Ministro Matteo Renzi e dal Ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, che avrebbe previsto il superamento del bicameralismo paritario, la creazione del nuovo Senato delle Regioni, la nuova regolamentazione delle leggi di iniziativa popolare e dei referendum, la modifica del Titolo V della Costituzione e l'abolizione del CNEL.
La riforma tuttavia a livello nazionale è stata respinta da circa il 59,11% dei voti validi, contro il 40,89% a sostegno della riforma.


Nel Comune di Roma, il dato è stato in linea con quello nazionale, con la vittoria del No al 59,42%.
Ecco come è andata:

COMUNE DI ROMA: Sì 40,58% No 59,42%
Municipi:
I Sì 50,54 No 49,46
II Sì 52,42 No 47,58
III Sì 41,69 No 58,31
IV Sì 37,88 No 62,12
V Sì 35,07 No 64,93
VI Sì 29,16 No 70,84
VII Sì 40,17 No 59,83
VIII Sì 44,14 No 55,86
IX Sì 41,83 No 58,17
X Sì 35,35 No 64,65
XI Sì 38,28 No 61,72
XII Sì 45,21 No 54,79
XIII Sì 40,29 No 59,71
XIV Sì 39,48 Sì 60,52
XV Sì 45,30 No 54,70

Un utile confronto con la mappa elettorale delle comunali del 2016 al primo turno

Il dato che colpisce è la notevole somiglianza della mappa elettorale con quella delle amministrative del 2016, con il Sì che vince dove ha vinto Giachetti ed il No dove ha vinto la Raggi. Questa mappa si può facilmente sovrapporre anche a quella del reddito pro capite medio, dove vediamo il Sì va tendenzialmente più forte nelle aree più ricche. In altri termini si è confermata la tendenza Romana che ha cambiato la mappa elettorale degli ultimi anni, allontanando la storica cintura rossa dai partiti del centrosinistra tradizionale ma vedendo questi in crescita al centro e in zone storicamente di destra come il II Municipio (in particolare il territorio dell'ex II) ed il XV Municipio.

Un utile confronto con la mappa del reddito pro capite di Roma per Municipio

Nessun commento:

Posta un commento