Strada dell'Alta Semita

La strada dell'Alta Semita era una strada dell'Antica Roma. Essa ricopriva una notevole importanza al punto da dare il proprio nome ad una delle Regiones Augustee, appunto l'Alta Semita.
Il nome di questa strada significa "sentiero alto", lasciando intendere una posizione elevata. Dobbiamo infatti pensare che se oggi le alture dei sette colli di Roma sono percepibili soprattutto per le salite e le discese, in tempi antichi erano visibili anche elementi naturali, oggi sempre più rari, che mostravano i rilievi collinari ed aumentavano la percezione di altitudine. Questo ci fa pensare che il nome di questa strada possa risalire a tempi remotissimi.
Il percorso della strada dell'Alta Semita iniziava poco fuori da Porta Collina, nelle Mura Serviane, al punto del raccordo tra la Nomentana e la Salaria, grossomodo sull'attuale Via Venti Settembre. Da lì percorreva il tracciato dell'odierna strada procedendo sull'attuale Via del Quirinale, arrivando al Foro Romano e raccordandosi probabilmente con il Vicus Iugarius.
La strada venne interrotta prima per la realizzazione del Foro Traiano e successivamente delle Terme di Costantio, ma come abbiamo visto il suo tracciato continua ad essere un importante asse della mobilità anche ai giorni nostri.

Nessun commento:

Posta un commento