Via dei Mille



Via dei Mille è una strada situata nel Rione Castro Pretorio, compresa tra Piazza dell'Indipendenza e Via del Castro Pretorio. Le origini di questa strada risalgono al 1872, quando il Comune di Roma decise di urbanizzare l'area a nordest della stazione termini con una zona principalmente di villini e le cui strade sarebbero state dedicate in primis a fatti d'armi delle Guerre d'Indipendenza. Si decise così di dedicarne una alla Spedizione dei Mille, uno dei più noti episodi del Risorgimento avvenuto nel 1860, quando Giuseppe Garibaldi, insieme a circa mille volontari, salpò da Quarto, presso Genova, per sbarcare in Sicilia a fomentare i moti risorgimentali.

La strada, come tutto il rione, nacque per ospitare soprattutto villini. Tra questi, il Villino Bonghi, risalente al 1876-1877, opera dell'architetto Giulio De Angelis ed in cui abitò il politico Ruggiero Bonghi, qui ricordato nel 1904 da un busto con annessa targa opera di Ettore Ferrari.

Nel XX Secolo, il Rione Castro Pretorio ha pian piano perduto il suo originario carattere di quartiere di villini: per quanto molti edifici di questo tipo siano ancora ben visibili, al loro fianco sono nati palazzi più intensivi. In Via dei Mille questo cambiamento è ben testimoniato dal Palazzo Betti, realizzato nel 1933 dall'architetto Pietro Lombardi.

Oggi Via dei Mille, come molte strade della zona, per via della sua vicinanza con la Stazione Termini ospita numerose attività di tipo ricettivo, come alberghi e ristoranti.

Nessun commento:

Posta un commento