Via Giovanni da Empoli


Via Giovanni da Empoli è una strada del Quartiere Ostiense compresa tra la Via Ostiense e Viale del Campo Boario. Le origini di questa strada risalgono al 1911, quando venne realizzato il nuovo quartiere all'epoca chiamato "dei Gasisti e dei Conciatori" che rappresenta il nucleo originario del Quartiere Ostiense. Si trattava all'epoca di una zona industriale, che ospitava (ed avrebbe ospitato) il gazometro, il porto fluviale, stabilimenti di conce, magazzini (compresi i mercati generali), una centrale elettrica e il porto fluviale. La strada, però, non fu immediatamente dedicata a Giovanni da Empoli, e prese inizialmente il nome di Via Marco Polo, in memoria del grande viaggiatore veneziano. L'iniziale toponomastica dell'area, infatti, volle ricordare elementi dell'industria locale ed in continuità col vicino Testaccio alcuni importanti viaggiatori.
Nel 1940, nell'ambito dell'ambizioso progetto di espansione di Roma verso il Tirreno, si decise di dedicare a Marco Polo il grande viale che sarebbe sorto tra la Via Imperiale (oggi Cristoforo Colombo), nome che ancora oggi conserva, andando a rimpiazzare il tortuoso percorso di Via della Travicella. La strada allora venne dedicata al viaggiatore toscano Giovanni da Empoli (Firenze 1483 - Canton 1518).
Ancora oggi la strada conserva numerosi edifici risalenti alle origini del quartiere ove sorge.

Nessun commento:

Posta un commento