Cappella di Nostra Signora di Lourdes a S. Rocco




La prima cappella di sinistra della chiesa di San Rocco all'Augusteo, nel Rione Campo Marzio, è dedicata alla Vergine di Lourdes.
In origine era consacrata a San Vincenzo Ferreri, di cui era posto sull'altare un quadro del Grecolini, ed ospitava il fonte battesimale della chiesa.
Fu il parroco Frediani a iniziare la devozione all'Immacolata dopo la proclamazione del dogma facendo eseguire, nel 1860, dal pittore Pietro Gagliardi, un'Immagine della Vergine Immacolata, che fu posta nella terza cappella di destra della chiesa, che fu dedicata all'Immacolata.
Nel 1899 il parroco Romolo Allegrini decise di favorire la devozione a Nostra Signora di Lourdeds facendo erigere una riproduzione della Grotta di Massabielle tale da occupare tutta la superficie della cappella. I lavori iniziarono presto e sia la grotta che l'altare di marmo frono terminati nel 1900, anno del Giubileo, cosicchè la cappella fu inaugurata nello stesso Anno Santo.
L'altare, costituito da marmi pregiati, è decorato da due altorilievi in marmo bianco che affiancano il tabernacolo scolpiti da Ascanio Angeloni: a destra Gesù al pozzo con la Samaritana, a sinistra un miracolo della Madonna di Lourdes davanti alla Basilica del Rosario. Il tabernacolo culmina in un tempietto su colonnine di bronzo con tetto a pagoda.
Nella nicchia fu posta una tela dipinta da Giovanni Gagliardi rappresentante la Vergine di Lourdes, dall'altro lato un'altra rappresentante Bernadette inginocchiata.
L'immagine della Madonna presente nella cappella fu incoronata una prima volta nel 1912 e nuovamente nel 1915.



Nel 1956 il rettore Mons. Romita fece sostituire i dipinti nella grotta con delle statue, attualmente in sacrestia. Nello stesso anno Gianfranco Spagnesi disegnò le nuove balaustre per tutte le cappelle in marmo verde.
Infine negli anni Ottanta, con il contributo dei fedeli, fu realizzata l'attuale statua della Vergine dotata di particolare suggestione.







Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy