Via Crucis di Via di San Bonaventura

Via Crucis San Bonaventura


In Via di San Bonaventura, sul Palatino, nel Rione Campitelli, proprio nel tratto di strada che conduce alla Chiesa di San Bonaventura al Palatino, sono presenti una serie di edicole raffiguranti le stazioni della Via Crucis.
Si tratta di una raffigurazione molto importante della Via Crucis, perché presso la Convento attiguo alla Chiesa di San Bonaventura visse San Leonardo da Porto Maurizio, che fu uno degli ideatori e massimi propagatori del rito della Via Crucis che commemora il cammino doloroso di Gesù nel portare la Croce al Calvario prima di essere crocifisso. In precedenza, tale rito era strettamente legato ai luoghi della Passione di Cristo, luoghi che soprattutto nei secoli passati non erano facilmente raggiungibili da tutti i fedeli, e per cui gradualmente si iniziarono a diffondere, in modo particolare dal XVII secolo e in Spagna, vari esempi di quadri raffiguranti le 14 stazioni della Via Crucis in numerose Chiese che ne diffusero il rituale, esclusivamente nell'ambito della famiglia francescana. Nel secolo successivo, grazie all'impulso dato da San Leonardo da Porto Maurizio, tali raffigurazioni e il rito a esse connesso ebbero una notevole diffusione.
La Via Crucis di Via di San Bonaventura risale alla prima metà del XVIII Secolo, periodo nel quale San Leonardo da Porto Maurizio viveva presso il Convento, e nella targa collocata sulla strada e si fa riferimento a un breve di Papa Clemente XII Corsini (1730-1740) relativo alle indulgenze per chi prenda parte alla Via Crucis relativo al 1732. Le stazioni originali vennero dipinte da Antonio Bicchierai, ma tuttavia il loro cattivo stato di conservazione portò il Cardinale Ferdinando Maria De Rossi e il Ministro Generale Padre Pasquale Frosconi da Varese a decidere di sostituirle nel 1772 con nuove raffigurazioni in terracotta scolpite da Giuseppe Franchi e dipinte da Giuseppe Mancini (Corrado da Rimini secondo altre fonti).
Le 14 raffigurazioni delle stazioni sono realizzate in terracotta e poste all'interno di edicole collocate sul muro nella parte sinistra della strada guardando la Chiesa, con l'eccezione delle ultime due, poste sulla facciata della Chiesa di San Bonaventura.
 
San Bonaventura Via Crucis


Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy