Seconda Casa, Gerusalemme - Roma


Seconda Casa, Gerusalemme - Roma è un monumento di dimensioni estremamente ridotte situato su un marciapiede di Piazza di Monte Savello all'angolo con Via del Foro Olitorio, nel Rione Sant'Angelo al confine con il Rione Ripa realizzato nel 2004 dall'artista Israeliano Micha Ullmann.
L'opera rappresenta due case stilizzate in una sorta di clessidra scavata, lievemente, sul marciapiede, e il nome Seconda Casa rappresenta, nella cultura Ebraica, il Secondo Tempio di Gerusalemme, distrutto nel 70 dopo Cristo dall'Imperatore Tito, fatto che significò un nuovo esilio per il popolo Ebraico.
La piccola scultura vuole in questo modo celebrare, attraverso la forma di due forme opposte ma speculari, la coesistenza di due culture in qualche modo considerabili opposte in virtù della vicenda di Tito nella città di Roma.


Per rendere individuabile la scultura, è presente una targa sul muretto lungo il quale sorge il marciapiede in cui l'opera è scolpita, su cui è scritto "Micha Ullman, Seconda Casa Gerusalemme-Roma" ed è indicata la data della Giornata della Memoria (27 Gennaio) del 2004.

1 commento:

  1. Non so veramente come ringraziarti, sono anni che mi interrogo sul significato di questo simbolo. Grazie, grazie, grazie.

    RispondiElimina