Salonicco - La guida di Rerum Romanarum

Per molti le vacanze in Grecia sono sinonimo di una visita attraverso i siti archeologici di Atene e del Peloponneso o un suggestivo viaggio nelle isola. Pochi, forse, sono quelli che pensano a Salonicco: anche per questo visitare "la sposa del Nord", come questa città viene chiamata, può rappresentare una grande sorpresa.
Sorta nel IV Secolo avanti Cristo - e quindi successiva ai principali siti archeologici greci -, questa città ospita testimonianze ellenistiche e romane e un gran numero di testimonianze del periodo bizantino, a partire da alcune Chiese successive. Occupata dall'Impero ottomano, fu nei secoli un'importante porto che ospitò numerosi ebrei in fuga dalla Spagna che li espulse nel 1492. Per questo, fino a dopo la Prima Guerra Mondiale, Salonicco fu una vera e propria città multietnica dove camminando si potevano sentir parlare il greco, l'ebraico, lo spagnolo e il turco, tutto insieme a odori e colori completamente diversi. Un grande incendio nel 1917 distrusse una gran parte della città, ma sono ancora tante le testimonianze preesistenti a partire dalla Chiesa di San Demetrio e dalla Torre Bianca, due dei simboli della città. Dopo la Prima Guerra Mondiale, per via degli scambi di popolazione tra Grecia, Turchia e Bulgaria, Salonicco divenne una città principalmente greca.
Forse proprio perché non rappresenta una delle principali mete turistiche di uno dei Paesi che ospita più turisti al mondo, Salonicco è realmente in grado di stupire il viaggiatore con le sue bellezze e la sua suggestiva posizione sul Golfo Termaico. Oltre a questo, alloggiare a Salonicco può essere strategico per visitare diverse bellezze della Grecia, come le Meteore, le antiche città macedoni di Pella e Vergina, la Tracia, le pregevoli città di Veria ed Edessa, ed è anche possibile viaggiare nelle vicine Macedonia del Nord e Bulgaria (Sofia non è per nulla lontano) o in Turchia, a Edirne e Istanbul.

Cosa vedere?

La Torre Bianca

La Torre Bianca è senza dubbio uno dei monumenti più iconici della città di Salonicco, ed è ritenuta da molti il simbolo della città.

San Demetrio

La Chiesa di San Demetrio è una delle principali Chiese di Salonicco. Risalente al IV Secolo Dopo Cristo - venne costruita sopra un complesso termale Romano - oggi presenta, come molte altre Chiese della città, un aspetto nel classico e suggestivo stile bizantino.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy