Stazione di Ostia Mare




La stazione di Ostia Mare era la stazione di testa della Ferrovia Roma Lido. Il progetto era di Marcello Piacentini, come nella stazione di Porta San Paolo.



Il 10 dicembre 1921 Vittorio Emanuele III presenziò alla posa della prima pietra della stazione ferroviaria di Ostia Nuova, insieme a Paolo Orlando, presidente dello SMIR.
I lavori del fabbricato viaggiatori e delle pensiline terminarono nel 1923, mentre l'armamento doveva essere ancora realizzato.



La pianta era identica a quella della stazione di Porta San Paolo, con un grande atrio contenente la biglietteria, i graffiti sulle pareti erano stati realizzati dal pittore Giulio Rosso.
La facciata del fabbricato viaggiatori era differente da quella di Porta San Paolo per il coronamento: mentre nella seconda stazione era presente un timpano, per quella di Ostia invece, sopra al portico d'ingresso si apriva un'architrave orizzontale sostenuto da semplici volute ricoperto di coppi, su cui era posto uno stemma contenente un fascio littorio. Dietro si sviluppava il tetto su cui si trovava una torretta contenente un orologio, sormontata da decorazioni in ferro battuto. Queste caratteristiche architettoniche facevano parte del repertorio dell'architettura rurale italiana, che il giovane Marcello Piacentini utilizzò in molte opere degli anni venti, e davano al fabbricato viaggiatori un tocco pittoresco.

L'inaugurazione della ferrovia Roma Lido nel 1924

La stazione fu inaugurata il 10 agosto 1924 da Benito Mussolini in persona, che si recò da Porta San Paolo ad Ostia Mare. Quì fu posta la prima pietra dell'edificio del Governatorato, che si trovava sul piazzale della stazione.
Quel giorno la stazione era stata imbandierata solennemente e sul portico eta stata installata la seguente scritta: AGLI ORDINI DEL DUCE SI RAGGIUNGONO TUTTE LE METE.



La stazione ebbe il periodo di maggior traffico di passeggeri negli anni trenta, soprattutto durante il periodo estivo.
La guerra ne segnò terribilmente il destino poichè nel dicembre del 1943 fu colpita da una bomba alleata e gravemente danneggiata sul versante verso i binari e sul fianco sinistro.

Lo sventramento del fabbricato viaggiatori dopo la caduta della bomba alleata

Nel PRG del 1933 era stato previsto l'arretramento della stazione di cento metri per permettere la creazione di un ampio piazzale. Fu così che nel 1949 furono demoliti i ruderi del fabbricato viaggiatori, i binari della stazione Vecchia furono usati come scalo merci, mentre veniva costruita la nuova stazione Lido di Ostia Centro, inaugurata nel giugno del 1951.


Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy