Villino Astengo



Il Villino Astengo è situato in Lungotevere de'Cenci, ad angolo con Via del Tempio n. 1, nel Rione Sant'Angelo, è l'architettura liberty più importante del Centro Storico di Roma.
L'edificio fu progettato da Ezio Garroni nel 1909 in stile liberty, per i fratelli Giulio che Carlo Astengo, rispettivamente avvocato e Senatore del Regno, i lavori terminarono nel 1910.
Il villino si sviluppa su tre piani, ha cinque finestre per piano sulla facciata del Lungotevere e tre finestre lungo Via del Tempio. 


Le finestre del piano terra sono ad arco a tutto sesto, decorate di una piattabanda in stucco con chiave di volta floreale, e un affresco. Quelle del primo piano sono quadrangolari, con mensole floreali e cornici stilizzate. 
Ai lati della facciata si trovano due lesene doriche, sostenenti colonnine, che inquadrano una lesena ionica, sopra la quale si trova un affresco.


Gli affreschi raffigurano l'allegoria della Legge, della Giustizia, la Scienza e la Verità, vennero realizzati dal pittore Giuseppe Zina. 
All'angolo tra il Lungotevere e Via del Tempio si trova un piccolo bowindow di un piano, sormontato da un bel balcone liberty con ringhiera in ferro.


Negli anni Ottanta il villino fu restaurato facendogli assumere un color senape completamente sbagliato.


Nel 2001 è stato correttamente riportato agli originali colori chiari da un perfetto restauro curato dalla Società SIACI.


Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy