Il tram proposto tra Piazza Vittorio Emanuele II e Largo Corrado Ricci


Il 19 Aprile 2017 la Commissione Mobilità del Comune di Roma, presieduta dal Consigliere Enrico Stefano (Movimento Cinque Stelle) ha svolto una riunione insieme ai tecnici dell'Agenzia per la Mobilità per valutare le linee tramviarie da realizzare a Roma nei prossimi anni. Di queste, solamente una ha visto la commissione parlare di fattibilità e tempi: quella tra Piazza Vittorio Emanuele II e Largo Corrado Ricci, da poi prolungare fino a Piazza Venezia portando di atto a collegare a livello tramviario l'8 con la Stazione Termini, un progetto di cui si parla, con tutte le varianti del caso, dagli anni '90.
La novità è la scelta del percorso. Più volte si era parlato di Via Nazionale, poi di Via Cavour. Questa volta si è presa in considerazione invece Via Giovanni Lanza e solamente il tratto finale di Via Cavour, portando di fatto la linea a connettersi presso Piazza Vittorio Emanuele II con le già esistenti 5 e 14 (usando magari gli stessi binari per arrivare a Termini).
Questa linea sarebbe realizzata secondo Stefano orientativamente entro il 2019. Successivamente, un prolungamento attraverso Via dei Fori Imperiali la connetterebbe all'8 in Piazza San Marco entro il 2021.
Secondo Stefano, inoltre, questo progetto non escluderebbe quello che prevede il passaggio di un tram in Via Nazionale.
Le altre tramvie prese in esame, ma su cui la commissione non ha parlato di tempi ed è ancora a uno stato progettuale meno avanzato, sono state quella tra Piazzale del Verano e la Stazione Tiburtina, quella lungo il Viale Palmiro Togliatti e quella tra il Parco della Musica e Piazza Risorgimento lungo Viale Angelico.


Nessun commento:

Posta un commento