Perché Roma si chiama così


È dal 753 avanti Cristo che Roma ha questo nome, e forse per questo la parola e la città si sono legate a tal punto che le persone non si chiedono facilmente perché ha assunto questa denominazione. Ma perché Roma si chiama così?

Come noto, il fondatore leggendario di Roma è Romolo, primo Re di questa città: il suo nome è sicuramente strettamente legato a quello di Roma, come tipico di quel periodo storico: si pensi ad esempio all'Italia, che deve il proprio nome al leggendario Re Italo degli Enotri. Ma ciò ancora non spiega la radice del nome Roma (ed anche, quindi, del nome Romolo).

Ma allora, perché Roma si chiama così? Secondo Servio Mario Onorato, grammatico latino vissuto tra il IV ed il V Secolo dopo Cristo, Roma o Rumon era l'antico nome del Tevere, dalla radice greca "ruo", ovvero scorrere.

Secondo il greco Plutarco, invece, il nome va trovato nel popolo preellenico dei Pelasgi che, sbarcati sulle coste laziali, hanno dato a questa terra il nome di "Rhome", "armi", per ricordare la loro presenza armata.  Altre interpretazioni di Plutarco parlano di una donna di nome Rhome arrivata nel Lazio da Troia insieme ad Enea ed una terza parla di Roma, figlia di Re Italo, andata in sposa ad Enea. Va detto che gli autori greci tendevano ad enfatizzare un ruolo della loro terra nella fondazione di Roma.

Un'altra ipotesi presa particolarmente in considerazione che spiega perché Roma si chiama così è la radice etrusca Ruma, che significa mammella ma anche altura nel terreno. Questo nome richiama sia i l Colle Palatino, dove fu fondato il primo nucleo di Roma, ed anche le mammelle della lupa con cui i gemelli Romolo e Remo vennero allattati.

Nessun commento:

Posta un commento