Villa Schiffi


Villa Schiffi era una villa liberty non più esistente che si trovava in Viale Regina Margherita ad angolo con Piazza Galeno e Via Cesalpino, nel Quartiere Nomentano.
Fu costruita per Ezio Schiffi nel 1904 dall'architetto milanese Zanoni.
La villa era uno dei più importanti esempi di arte floreale a Roma, e si trovava poco distante dal villino liberty di Ettore Ximenes.
L'edificio era impostato su tre volumi, la villa a due pani, la torre e la terrazza ricurva verso Piazza Galeno.
L'ingresso, costituito da un grande arco a tutto sesto, era preceduto da una scalinata, al primo piano era presente una finestra con balcone e tettoia floreali, il tetto era a spioventi. La torre era dotata di feritoie lungo le pareti, e culminava in un piccolo terrazzino panoramico con balaustra floreale e pergolati. La grande terrazza circolare invece, posta verso Piazza Galeno era occupata al piano terra da grandi finestre quadrate, mentre superiormente si apriva il terrazzo con pergolati e balaustre liberty.
Negli anni sessanta l'edificio è stato barbaramente demolito per costruire una volgare palazzina di quattro piani, che oggi ospita la sede dell'ANICA.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy