Palazzina Calzone


La Palazzina Calzone si trova in Via del Collegio Romano, nel Rione Pigna.
Essa fu realizzata per l'imprenditore torinese Ettore Calzone, che poco dopo l'Unità d'Italia, nel 1871, si trasferì a Roma ed aprì una cartoleria in Via del Corso, per poi ampliare la sua attività realizzando la Tipolitografia Romana in Via della Lungara e presto vide la propria attività ampliarsi a tal punto da realizzare le cartoline commemorative per le Poste Italiane.


È tra il 1902 ed il 1910 che il Calzone, ormai molto importante nella Roma del tempo, decide di far costruire una palazzina per abitarvi in Via del Collegio Romano, all'angolo con l'attuale Via Alessandro Specchi. L'edificio è attribuito erroneamente da alcuni all'architetto Vittorio Mascanzoni, ma è oggi accertato che al progetto abbiano lavorato i fratelli Filippo e Francesco Galassi, che per Calzone stavano realizzando in quegli anni la nuova sede della tipografia, tra Via di Sant'Onofrio e Via della Lungara.

Il progetto originale della palazzina (ASC)


Caratteristica dell'edificio è soprattutto lo stile eclettico, con una fusione di stili gotico e rinascimentale nordico, che si rifà a modelli inglesi e francesi del tempo, e lo rende uno dei più importanti esempi di eclettismo a Roma.
La facciata è impostata su arcate, sostenute da colonnine con capitello corinzio che originano dal primo piano, in cui sono comprese monofore, bifore e, in Via Specchi, un grande bow window con cinque finestrelle.
Sopra le arcate si trova un tetto ricurvo con tegole, sormontato da una ringhiera in ferro con motivi floreali.


Il palazzetto è occupato oggi dal Trinity College, un popolare pub irlandese di Roma, con cui lo stile nordico della facciata esterna si sposa perfettamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy