Via Alesia


Via Alesia è una strada del Quartiere Appio-Latino, compresa tra Via Tracia e Via Licia. L'istituzione di questa strada risale al 1940, nell'ambito dell'atto del Governatorato fondamentale per il progetto di espansione di Roma verso il Tirreno: il Quartiere Appio-Latino, infatti, pur non trovandosi nella porzione di territorio maggiormente interessata dal progetto, ne era comunque toccata nella sua nuova connessione col Quartiere Ostiense (tramite il nuovo asse Viale Marco Polo-Via Cilicia e il non realizzato proseguimento della Circonvallazione Ostiense oltre l'attuale Via Cristoforo Colombo), e in quest'ambito vide l'area compresa tra Porta Metronia e Piazza Zama da una zona di villini a una zona di edifici intensivi.
L'attuale Via Alesia si colloca esattamente in questo contesto, nata come piccola strada quasi in funzione di strada privata ma caratterizzata da palazzi di otto piani. Tuttavia, nel 1940 questo piccolo spazio non era stato ancora pensato per essere una via, e la Via Alesia formalmente istituita si trovava da un'altra parte.
Nel 1940, Via Alesia era stata istituita nella zona di San Paolo, di preciso dell'attuale Viale Giustiniano, dove si decise di dedicare strade agli Imperatori Romani e di alcune battaglie storiche.
In linea con la toponomastica locale (vale sia per il quartiere degli Imperatori pensato nel 1940 che per l'Appio-Latino) che vede le strade dedicate a battaglie storiche di Roma Antica (e nel caso dell'Appio-Latino anche di provincie dell'Impero Romano), questa via è stata dedicata alla storica battaglia di Alesia, combattuta nel 52 Avanti Cristo tra Giulio Cesare e i Galli e che segnò la definitiva vittoria di Roma nella Guerra Gallica.
Nel 1956 il Comune di Roma decise di utilizzare il nome di Alesia - rimasto senza una strada dal momento che la via originariamente dedicata a questa battaglia non era più stata costruita - per una strada senza uscita tra i grandi palazzi di Via Tracia.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy