Ex Sede Centrale dell'ATAC



L'edificio della ex Sede Centrale dell'ATAC, in origine ATAG, si trova in Via Volturno n. 65, ad angolo con Via Gaetae Largo Giovanni  Montemartini, nel Rione Castro Pretorio, oggi è la sede dell'Hotel Palazzo Montemartini.
Il lotto su cui sorge era occupato dal serbatoio dell'Acqua Marcia, costruito nel 1880, e da un giardino pubblico che lo circondava. Nel 1909 fu ceduta all'Azienda Tramvie Municipali l'area accanto al serbatoio su Via Volturno, su cui fu edificata nel 1911 una sottostazione elettrica per le nuove linee tramviarie della zona, corpo longitudinale su Via Volturno.

Il lotto tra Via Volturno e Via Gaeta, occupato dal serbatoio ottagonale e dalla sottostazione elettrica, nel 1911

Nel 1914 si decise il trasferimento dell'amministrazione dell'ATM in Via Volturno e fu costruita una palazzina quadrangolare di tre piani sull'incrocio con Via Gaeta, inaugurata il 1915.
Con la nascita dell'ATG (Azienda Trasporti del Governatorato), nel 1925 fu commissionata all'architetto Romolo Renotti una grande sede di rappresentanza in Via Volturno.


L'architetto adottò una soluzione che ingolbava gli edifici esistenti, creando quindi un complesso articolato in più corpi di tre piani, con bugne al pianterreno, finestre architravate  al primo e mezzanino al secondo. Tra tutti spicca quello centrale contenente un'altana a tre archi e tetto in coppi, che sovrasta l'intera struttura, e quello trasversale, decorato da arcate al pianterreno.
Inoltre furono ristrutturati e sistemati i resti delle Mura Serviane, posti di fronte all'edificio.
I lavori della nuova sede cominciarono nel 1926 e terminarono nel maggio del 1928, nel 1927 intanto era stata fondata l'ATAG (Azienda Tramvie e Autobus del Governatorato).



Anche gli interni furono curati in modo particolarmente monumentale: un grande salone al piano terra per la vendita degli abbonamenti, decorato con paraste e pilastri scanalati ionici, e soffitto a cassettoni; l'Ufficio Biglietti, a tre navate, e i piani di rappresentanza al piano nobile, dotati di affreschi e soffitti a cassettoni dipinti.
Dopo la guerra l'ATAG fu rinominata ATAC,  e gli Uffici della Direzione e per il Pubblico rimasero in questa sede fino al 2008, quando traslocarono in Via Prenestina.
L'edificio è stato venduto in quell'anno dall'ATAC alla Ragosta Hotels per riparare ai dissesti finanziari dell'azienda, nel 2009 sono iniziati i lavori di ristrutturazione per trasformarlo in albergo di lusso da parte dello studio di Gennaro Ottaviano, terminati nel 2013. Gli ambienti di pregio sono stati ristrutturati conservativamente, secondo le indicazioni della Soprintendenza, sono quindi state realizzate 85 camere, tra cui la maggior parte sono suite, un grande Lounge Bar e Ristorante, nell'ex Salone degli Abbonamenti, la Sala Congressi e la SPA nel piano interrato, nella ex Tesoreria ATAC.
L'Hotel Palazzo Montemartini è stato aperto nel 2013, con due anni di ritardo sulla tabella di marcia ed ha subito incontrato il favore del pubblico. L'ingresso è situato in Largo Giovanni Montemartini n. 20, cui è stato dedicato il nome dell'albergo.
Il giugno 2018 l'Hotel è entrato nella collezione di Radisson Hotels, primo caso in Italia.


Il Bar Ristorante Senses, nell'ex Ufficio Abbonamenti 


Lo splendido soffitto a cassettoni della Noble Junior Suite, ex Sala della Direzione ATAC


Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy