Via Antonio Gramsci

 
Via Antonio Gramsci è una strada del Quartiere Pinciano compresa tra Viale delle Belle Arti e Largo Belgrado. La strada nacque durante il fascismo, quando la zona tra la Galleria Nazionale d'Arte Moderna e i Monti Parioli non era edificata, e prese il nome di Via dei Legionari.
Nel 1945, l'anno successivo alla liberazione di Roma da parte degli Alleati, numerose strade di Roma i cui nomi facevano riferimento a persone, fatti ed episodi legati al fascismo, vennero cambiati. Tra questi si decise di cambiare il nome anche a Via dei Legionari (che evidentemente non furono ritenuti essere quelli delle Legioni dell'Antica Roma), che venne dedicata all'uomo politico comunista Antonio Gramsci (Ales 1891-Roma 1937), che fu segretario del Partito Comunista Italiano e che venne arrestato durante il fascismo e morì dopo aver trascorso anni in carcere.
La strada si configura nel tratto a ridosso delle Belle Arti come una strada interna a un parco, per poi trasformarsi in strada residenziale di pregio oltre Viale Bruno Buozzi. Lungo Via Gramsci sorgono soprattutto palazzine e sono presenti importanti edifici come l'Accademia Britannica, l'Istituto Giapponese di Cultura e Villa San Francesco.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy