Cippo funerario di Sulpicio Massimo


All'angolo tra Via Piave e Via Sulpicio Massimo, nel Rione Sallustiano, in un'area recintata adiacente alle Mura Aureliane è visibile un cippo funebre. Si tratta del cippo funebre di Quinto Sulpicio Massimo, o meglio della sua copia, dal momento che l'originale si trova presso la sede dei Musei Capitolini della Centrale Montemartini.
Questo monumento venne trovato dallo scultore Ettore Ferrari tra i marmi rinvenuti nella zona nel 1871. Si tratta di un monumento che racconta una storia particolare: Quinto Sulpicio Massimo era morto a soli 11 anni, ma aveva ricevuto la corona al merito nella terza edizione del Certamen Capitolino in lingua greca del 94 dopo Cristo, al quale presero parte 52 poeti.
Nel monumento funebre il giovane è ritratto in toga in un'edicola e sono citati i nomi dei genitori: Quinto Euganeo e Lininia Ianuaria, due schiavi.
Nel 1966 il Comune di Roma dette il nome di Via Sulpicio Massimo al breve tratto di strada che costeggia l'area dove si trova, tra le altre cose, il monumento funebre.

Nessun commento:

Posta un commento