Villa la Nuova Officina




La Villa La Nuova Officina era una villa oggi non più esistente del Quartiere Pinciano, si trovava in Largo dei Monti Parioli n. 5.
La villa fu costruita dall'architetto Cesare Bazzani come propria residenza privata nel 1928 in uno stile barocchetto Romano, abbandonando la precedente Villa Bazzani



L'edificio era posto sulla rupe dei Monti Parioli prospiciente la Valle Giulia posta poco più a sud di Villa Carrega di Lucedio, all'epoca infatti non esisteva ancora l'odierna Viale Bruno Buozzi. Come Villa Carrega l'edificio era posto in una posizione panoramica che guardava l'intera città di Roma per questo Bazzani lo dotò di terrazze, loggiati e altane panoramiche. 
La villa era dotata anteriormente di un ampio terrazzamento posto su un terrapieno, decorato di obelischi. 
L'edificio aveva una una loggia ad arcate al primo piano con una terrazza prospiciente, la parete laterale, verso Villa Giulia, era occupata da un corpo curvilineo convesso. Le finestre del primo piano erano ad arco con architrave arcuato. Superiormente era posta un'ampia terrazza su cui si trovava una grande altana a tre arcate con ulteriore terrazza sommitale.
Negli anni 60 la villa è stata barbaramente demolita per permettere la costruzione di una palazzina di cinque piani. Oggi rimane soltanto il cancello d'ingresso in Largo dei Monti Parioli.
Tale è stato il disprezzo per l'architetto Cesare Bazzani, negli anni successivi alla guerra, vista la sua collaborazione con il Regima Fascista, che entrambe le ville realizzate sui Monti Parioli vennero presto cancellate senza alcun rimorso.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy