Villa Cavaglieri




Villa Cavaglieri era una villa costruita nel 1918 da Pio e Marcello Piacentini e si trovava in Via Po, angolo Via Tevere, nel Quartiere Pinciano.
Nel 1914 Guido Cavaglieri acquistò il terreno su cui voleva costruire la propria villa. La commissione fu affidata a Pio Piacentini ma il progetto, redatto nel 1914, risulta molto influenzato dal giovane Marcello, che vi introdusse richiami dello stille secessione, di cui era grande entusiasta.
Più che una villa si trattava quasi di una palazzina, era dotata di tre piani con otto finestre su Via Tevere e sei su Via Po.
Piccole bugne rustiche occupavano gli angoli dell'edificio e parte della facciata. Su Via Po, al primo piano, si trovava un bow window sorretto da un'arcata ricoperta di bugne.
Sull'attico si apriva una edicola contenente una finestra ovale affiancata da due comignoli.
In Via Po si trovava l'ingresso carrabile con un cancello sorretto da pilastri bugnati, sormontati da sfere decorative. Due finestre ovali sormontate da uno stretto architrave decoravano il muro di cinta lungo Via Po.
Il bel giardino occupava l'angolo posteriore dell'edificio. Una scalinata ricurva portava ad una fontana occupata da una statua e inquadrata da un'edicola decorata con volute stilizzate. Nel giardino, lungo Via Tevere si sviluppava un'altra scalinata che terminava in un ninfeo addossato al muro di cinta che aveva una grande finestra sormontata da un'architrave ricoperto di coppi e affiancata da due sfere decorative.

La fontana del giardino di villa Cavaglieri

La speculazione edilizia degli anni sessanta non ha lasciato traccia di questo capolavoro, al suo posto infatti oggi sorge un moderno edificio per uffici.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy