Via Plava

Mappa Via Plava Roma

Via Plava è una strada non più esistente che si trovava nel Quartiere Della Vittoria, compresa tra Via Sabotino e Via Monte Nero. La strada era stata formalmente istituita nel 1921 e, in linea con la toponomastica locale, dedicata a un luogo in cui le truppe italiane avevano combattuto durante la Prima Guerra Mondiale.
Plava, nello specifico, è un comune attualmente parte della Slovenia, parte dell'Impero Austro-Ungarico allo scoppio della Prima Guerra Mondiale e teatro nel 1915 del "Primo balzo" delle truppe italiane e di numerosi scontri durante le battaglie dell'Isonzo. Divenuto parte dell'Italia, dopo il secondo conflitto mondiale passò alla Jugoslavia e quindi, con il disfacimento di quest'ultimo Paese, alla Slovenia.
Via Plava si caratterizzò ben presto per trovarsi al centro di due lotti di palazzine popolari in uno stile molto vicino al Liberty realizzate all'inizio degli anni '20 da Innocenzo Sabatini.

Via Plava 1924
Via Plava nella mappa IGM 1924

Negli anni '60, tuttavia, tali villini, così come quelli compresi tra Via Sabotino, Via Oslavia e Via Vodice, vennero demoliti con l'obiettivo di realizzare edifici intensivi. Ciò avvenne per il secondo isolato, ma nei due isolati demoliti intorno a Via Plava dovette fronteggiare una forte opposizione dei residenti.
Via Plava edificio demolito
Uno degli edifici di Innocenzo Sabatini presenti in Via Plava e demoliti negli anni '60

Nel 1974, grazie anche alle proteste delgi abitanti nei pressi di Via Plava, venne approvata una variante del Piano Regolatore che limitava le attività di costruzione anche in alcune aree fuori dal centro storico. I due isolati intorno a Via Plava divennero dunque un giardino pubblico, nel quale, proprio in corrispondenza della strada ormai smantellata, sorse un centro anziani.
Nel 1984 il Comune di Roma, prendendo atto che la strada non esisteva più la soppresse ufficialmente. Nel 1988 una nuova Via Plava venne istituita a Fiumicino.

Nessun commento:

Posta un commento

Info sulla Privacy